Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Carri armati e armi pesanti da inviare all'Ucraina". Metsola, risposta dura alla Russia

  • a
  • a
  • a

La presidente dell'Eurocamera Roberta Metsola parlando con i cronisti prima del vertice informale di Praga, ha detto che "l'Ucraina necessita di armi pesanti e carri armati. Gli Stati membri possono fornire" le armi "visto che la Russia ha messo in campo una nuova escalation alla sua invasione rendendola più disperata e noi dobbiamo rispondere in maniera proporzionata".

 

"Chiederò ai leader di supportare la proposta per una nuova tranche" di finanziamenti nell'ambito dell'European Peace Facility "per continuare a supportare militarmente l'Ucraina e anche per una missione di addestramento - ha detto l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrel arrivando al Castello di Praga -. Spero che al prossimo Consiglio Affari Esteri avremo la proposta". 

 

«Vorrei vedere un accordo su un cap», un tetto al prezzo del gas naturale, «che faccia in modo che gli Stati non competano l’uno con l’altro facendo offerte, che non metta cittadini diversi su un campo di gioco diverso», ha anche affermato la presidente della Parlamento Europeo Roberta Metsola, arrivando al Castello di Praga per il Consiglio Europeo informale. «Ci siamo riusciti nella pandemia con i vaccini - aggiunge - facciamolo anche ora. Quando agiamo uniti, i prezzi vanno giù. Sono convinta che troveremo una soluzione».