Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, scoperta una camera della tortura: i russi strappavano i denti d'oro agli ucraini

Esplora:

Christian Campigli
  • a
  • a
  • a

Una scoperta sconvolgente. Che rende ancora più terribile, più assurdo, più inaccettabile la guerra in corso tra Russia e Ucraina. La polizia della nazione guidata dal presidente Zelensky ha reso noto di aver scoperto una "camera di tortura" nella città di Pisky-Radkivski, precedentemente occupata dai russi, nella regione nord-orientale di Kharkiv. Tra gli oggetti rinvenuti all'interno della stanza, come riporta l'agenzia di stampa AdnKronos, anche un contenitore pieno di denti d'oro estratti.

“Dopo la liberazione del villaggio di Pisky-Radkivski - ha scritto su Facebook Serhiy Bolvinov, capo del dipartimento investigativo della polizia nazionale nella regione di Kharkiv - i residenti locali hanno riferito alla polizia che nel seminterrato di una delle case, da cui provenivano costantemente urla, erano tenuti prigionieri residenti locali, soldati dell'Ato e prigionieri di guerra delle forze armate ucraine. Investigatori e pubblici ministeri stanno lavorando per stabilire tutti i fatti che hanno avuto luogo in questa camera di tortura".

Le foto rese note dal ministro della difesa ucraino sono come un cazzotto in pieno volte. E raccontano, meglio di mille parole, l'orrore di un conflitto che sta sconvolgendo l'Europa. Una guerra giunta a un bivio, dopo le recenti sconfitte russe. La speranza, di tutti, è che la diplomazia ora prenda il posto dei missili.