Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, esplosioni in Crimea. Sale a 24 il numero dei civili morti a Kupiansk. Controffensiva nel Donetsk: Kiev si riprende Lyman

  • a
  • a
  • a

Un incendio è scoppiato in Crimea nella base militare aerea di Belbek, a Sebastopoli, sede della flotta russa del Mar Nero, e le autorità russe riferiscono che è dovuto al fatto che un aereo è uscito fuori pista e ha preso fuoco. I vigili del fuoco sono al lavoro. Lo riporta la Bbc. La Russia ha annesso la Crimea sottraendola all’Ucraina nel 2014. Ad agosto alcune esplosioni si verificarono nella base militare russa di Saky in Crimea e l’Ucraina successivamente riconobbe che aveva colpito la base con un attacco aereo. 

 


Sono saliti a 24 i civili morti in Ucraina nell’attacco russo contro un convoglio di persone che provavano a fuggire dal distretto di Kupiansk, nella regione di Kharkiv. Lo riferisce il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Syniehubov, che parla di "crudeltà che non può essere giustificata. I russi hanno sparato contro i civili quasi a bruciapelo", ha scritto Syniehubov su Telegram. I servizi di sicurezza dell’Ucraina, la forza di polizia segreta nota con l’acronimo Sbu, hanno pubblicato fotografie del convoglio attaccato. Almeno un camion sembra essere stato fatto saltare in aria e si vedono cadaveri bruciati sul pianale. In fiamme anche un altro veicolo nella parte in testa al convoglio. Nelle foto si vedono corpi che giacciono sul ciglio della strada o ancora all’interno dei veicoli, che sembravano bucherellati da fori di proiettile. 

 

 

Continua poi la controffensiva dell'Ucraina. Il ministero della Difesa di Mosca ha confermato il ritiro delle forze russe da Lyman, nella regione di Donetsk, sostenendo comunque di aver ucciso 200 militari ucraini e distrutto 14 veicoli corazzati nelle ultime 24 ore. "A causa della minaccia di essere accerchiate, le truppe alleate si sono ritirate dall’insediamento di Krasny Lyman su linee più favorevoli. Nonostante le perdite subite, avendo una superiorità significativa di forze e di mezzi - ha ammesso il portavoce del ministero della Difesa russo - il nemico continua la sua offensiva".