Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, la teoria: bombe sul Nord Stream potrebbero essere state piazzate da robot di manutenzione

  • a
  • a
  • a

Fonti di intelligence citate dalla rivista tedesca Spiegel ritengono che i gasdotti Nord Stream 1 e 2, nelle zone economiche esclusive di Svezia e Danimarca, siano stati colpiti in quattro punti da esplosioni con 500 chili di tritolo, l'equivalente della potenza esplosiva di una bomba di aereo. Gli investigatori tedeschi hanno effettuato letture sismiche per calcolare la potenza delle esplosioni. E hanno detto ai media che subacquei o robot telecomandati potrebbero essere in grado di visitare i siti delle perdite già questo fine settimana. Ma chi avrebbe messo queste bombe? Potrebbero essere stati "i robot di manutenzione che operano all'interno della struttura del gasdotto durante lavori di riparazione": è l'opinione degli esperti riferita dal Guardian. "Se questa teoria si rivela corretta, la natura sofisticata dell'attacco e la potenza dell'esplosione aggiungerebbero peso ai sospetti che gli attacchi siano stati effettuati da un potere statale, con il dito puntato contro la Russia" aggiungono.

 

 

Nel frattempo le truppe russe hanno lanciato un attacco missilistico sulla regione di Odessa nelle prime ore del mattino. Lo ha dichiarato il Comando operativo Sud dell'Ucraina, riporta Ukrinform. "Due missili, presumibilmente Iskander, hanno colpito una struttura industriale, danneggiando una stazione elettrica e diversi edifici circostanti. Dopo le esplosioni è scoppiato un incendio. Le fiamme sono state spente", afferma il Comando aggiungendo che non ci sono vittime.

 

 

Oltre 50 attacchi invece sono stati lanciati dall'esercito russo nelle ultime 24 ore, soprattutto nella regione di Donetsk. "Le truppe della Federazione russa si stanno concentrando sull'occupazione completa della regione di Donetsk e il mantenimento dei territori temporaneamente catturati dell'Ucraina, oltre che sull'interruzione delle azioni delle forze di difesa in alcune aree", scive lo stato maggiore dell'esercito ucraino su Fb, citato da Unian.