Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, Medvedev e la Russia minacciano il mondo: "Useremo anche il nucleare per difendere i territori annessi"

  • a
  • a
  • a

La Russia minaccia il mondo intero. Il rischio che la guerra in Ucraina si trasformi in una guerra nucleare spaventa ogni giorno che passa. E se ieri il presidente Vladimir Putin aveva detto che verrà usato "ogni mezzo a disposizione se verremo minacciati, non è un bluff", visto che "alcune figure eminenti della Nato hanno parlato della possibilità di usare contro la Russia armi di distruzione di massa, cioè armi nucleari" e "voglio ricordare che anche il nostro Paese dispone di armi nucleari"; adesso è Dmitry Medvedev, vice presidente del Consiglio di sicurezza nazionale della Russia, a tornare alla carica.

 

 

"Si terranno referendum e le repubbliche del Donbass e altri territori saranno accettati in Russia. La protezione di tutti i territori che avranno aderito (alla Russia, ndr) sarà notevolmente rafforzata dalle forze armate russe. La Russia ha annunciato che non solo le capacità di mobilitazione, ma anche qualsiasi arma russa, comprese le armi nucleari strategiche e le armi basate su nuovi principi, potrebbero essere utilizzate per tale protezione", ha detto Medvedev sul suo canale Telegram. Il vice ministro degli Esteri Sergey Ryabkov, invece, ha parlato del rapporto con gli Usa. "Prenderemo molto sul serio il minimo segno di disponibilità" degli Stati Uniti "ad andare verso il miglioramento delle relazioni, siano essi segnali pubblici, sia un qualche tipo di azione, ma finora, purtroppo, il trend è opposto" e "non ci sono segnali di miglioramento delle relazioni Russia-Usa", ha detto Ryabkov secondo quanto riporta l'agenzia di stampa russa Ria Novosti.

 

 

Nel frattempo, i ministri degli Esteri del G7 di Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti d'America e l'Alto rappresentante dell'Unione europea, riuniti a New York "hanno ribadito che tutti i membri delle Nazioni Unite devono astenersi nelle loro relazioni internazionali dalla minaccia o dall'uso della forza contro la sovranità e l'integrità territoriale di qualsiasi Stato, o dal comportarsi in qualsiasi altro modo in contrasto con gli scopi delle Nazioni Unite. Questo principio è una parte fondamentale del diritto internazionale, è sancito dalla Carta delle Nazioni Unite e protegge ogni singolo Stato".