Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra in Ucraina, Kiev: "Negoziati con la Russia? Ora non hanno senso"

  • a
  • a
  • a

Di negoziati, al momento, non se ne parla. La guerra in Ucraina, stando alle dichiarazioni del capo dell'ufficio di presidenza di Kiev, Mikhail Podolyak oggi - che seguono quelle di Vladimir Putin di qualche giorno fa - deve finire sul campo. Podolyak ha riferito che ora non hanno senso né i negoziati, né un incontro tra il presidente ucraino e il leader russo. "Non ha assolutamente senso il processo negoziale in quanto tale e l'incontro personale dei presidenti", ha affermato Podolyak citato dall'agenzia ucraina Ukrainska Pravda. "In primo luogo - ha spiegato - la Federazione russa crede ancora di avere risorse sufficienti per registrare alcuni risultati. In secondo luogo, qualsiasi incontro di oggi è esclusivamente un gioco della storia tradizionale russa: fissare lo status quo, ballare falsi balli di Minsk, iniziare una nuova fase di escalation, pausa operativa e altro. E, in terzo luogo, la Russia deve rispondere di crimini su larga scala e non nascondersi dietro l'impunità. Pertanto, la guerra deve raggiungere l'unico finale possibile. Nessun altro modo".

 

 

"È chiaro che in questo momento il tema di un incontro bilaterale non è all'ordine del giorno - ha precisato Podolyak - Inoltre, non siamo affatto interessati agli incontri per il bene degli incontri o dello stesso banale 'scenario' negoziale russo. Siamo interessati alla liberazione dei territori occupati, a significative sconfitte tattiche della Federazione russa, a processi legali obbligatori su larga scala. Tutto il resto deriva da quello".

 

 

Putin, nei giorni scorsi, aveva detto che la Russia farà di tutto per porre fine al conflitto in Ucraina "il più rapidamente possibile", ma Kiev si "rifiuta di negoziare". "So della posizione sul conflitto in Ucraina e anche delle preoccupazioni. Vogliamo che tutto questo finisca il prima possibile, ma l’Ucraina è fissata sul raggiungere i suoi obiettivi sul campo di battaglia. Vi terremo al corrente di quanto accade lì".