Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra in Ucraina, Russia si ritira da Zaporizhzhia: "Hanno capito la forza della controffensiva"

  • a
  • a
  • a

La controffensiva ucraina in atto da giorni porta a un nuovo importante passo in avanti sulla guerra fatta scoppiare dalla Russia: le truppe di Mosca, infatti, stanno lasciando la regione di Zaporizhzhia. "Gli occupanti hanno effettuato una ridistribuzione interna delle truppe in tutto il territorio della regione di Zaporizhzhia, ritirato personale ed equipaggiamenti da molti villaggi e città più vicini alla linea di contatto". Ad affermarlo è stato Serhiy Lyshenko, deputato del consiglio regionale di Zaporizhia, all'emittente ucraina Espreso Tv.

 

 

"A Dniprorudny sono rimaste solo le forze della polizia locale filo-russa, mentre tutto il personale militare e l'equipaggiamento sono stati trasferiti a Vasylivka. Il nemico sta creando in quella zona ulteriori linee di difesa, e si sta preparando per la nostra offensiva", ha detto Lyshenko, aggiungendo che, a suo parere, i russi hanno compreso chiaramente la forza della controffensiva ucraina, tanto che hanno già portato via le loro famiglie. "Inoltre, a Vasylivka e Dniprorudnoy, dove avevano trasportato apparecchiature per il funzionamento della loro struttura bancaria, le filiali delle banche russe sono ferme ed è stata interrotta l'emissione di denaro. Di conseguenza, gli occupanti si aspettano non solo un attacco da parte delle forze armate, ma anche dovranno ritirarsi e lasciare questi territori", ha spiegato ancora Lyshenko.

 

 

Intanto, questa mattina, il sindaco ad interim di Zaporizhzhia Anatoly Kurtev ha affermato che un attacco missilistico da parte delle truppe russe sulla città ha provocato diversi danni, mandando in frantumi le finestre di una fabbrica e provocando un blackout temporaneo. Lo riporta Kiev Independent, che aggiunge come non siano state segnalate vittime. Le truppe russe, inoltre, hanno distrutto un grattacielo a Bakhmut e bombardato massicciamente il centro di Avdiyivka. Lo ha annunciato il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, nel suo canale Telegram, come riporta Unian. In particolare, l'esercito russo ha colpito il distretto di Bakhmut. "Intorno a mezzanotte, i russi hanno distrutto un grattacielo a Bakhmut. Secondo le prime informazioni, quattro persone potrebbero essere sotto le macerie. Il pronto soccorso sta lavorando sul posto", ha detto Kyrylenko. I russi hanno preso di mira anche un ospedale a Toretsk. Nell'attacco sono stati danneggiati alcune aree dell’edificio ed una persona è rimasta ferita.