Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sparatoria a Parigi, un morto e quattro feriti. Cosa è successo: arrestato un uomo, ignaro il movente

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Attimi di panico e di terrore ieri sera, lunedì 18 luglio, a Parigi, con la mente dei cittadini che ha fatto un salto nel passato. Intorno alle 21,35, nella zona dell'undicesimo arrondissement, due persone sono scese da un veicolo e hanno sparato ad altre due persone, che si trovavano sedute sulla terrazza di un bar di rue Popincourt. A quanto riporta Le Figaro, l'episodio ha tutta l'aria di essere un agguato scattato - secondo le prime ipotesi - nell'ambito di un regolamento dei conti. La sparatoria ha provocato un morto e quattro feriti lievi. Uno dei due aggressori è stato arrestato, mentre il secondo è riuscito a fuggire. La polizia lo sta cercando in tutta la città.

 

 

"Una sparatoria questa sera ha causato un morto e quattro feriti in un bar di Chicha rue Popincourt - ha twittato il sindaco dell’11° arrondissement, François Vauglin - Nessun elemento in questa fase permette di conoscere le motivazioni di questo atto barbarico. I clienti del bar hanno bloccato uno dei due aggressori e l’altro è in fuga", attivamente ricercato dalla polizia nazionale, ha spiegato, sottolineando anche che un’unità medico-psicologica "sarà aperta al più presto per residenti e testimoni".

 

 

La mente dei parigini non è potuta che tornare agli inizi del 2015, quando una serie di attentati di natura islamica sconvolsero il Paese. Il primo, quello avvenuto il 7 gennaio alla sede di Charlie Hebdo, era stato rivendicato dalla branca yemenita di Al-Qaida e nella sparatoria sono state assassinate dodici persone, mentre undici sono rimaste ferite. Nello stesso anno, il 13 novembre, una serie di attacchi dell'Isis si sono concentrati nel I, X e XI arrondissement e allo Stade de France a Saint-Denis. Negli attacchi sono rimaste uccise 130 persone e più di ferite tra 350 sono rimaste ferite. La strage più sanguinosa è avvenuta presso il teatro Bataclan, dove sono rimaste uccise 90 persone, la più cruenta aggressione in territorio francese dalla seconda guerra mondiale e il secondo più grave atto terroristico nei confini dell'Unione europea dopo gli attentati dell'11 marzo 2004 a Madrid. Infine, il 20 aprile 2017, sugli Champs Élysées un uomo ha aperto il fuoco contro degli agenti di polizia colpendo mortalmente uno di loro e ferendone altri 2.