Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra in Ucraina, missili russi su Vinnytsia: ci sono morti e feriti, anche bambini. Zelensky: "Atto palese di terrorismo"

  • a
  • a
  • a

Nuova strage di innocenti in Ucraina. Nella mattinata di oggi, giovedì 14 giugno, diversi razzi russi hanno colpito un palazzo di uffici a Vinnytsia - 268 chilometri a sudovest di Kiev - e danneggiato edifici residenziali vicini. Almeno venti i morti, tra cui tre bambini, mentre ci sarebbero più di 90 persone ferite. "Vinnytsia. Razzo colpisce il centro della città. Ci sono feriti e morti, fra loro un bambino piccolo", ha scritto in un primo momento su Telegram il presidente Volodymyr Zelensky, quando il bilancio parlava di dodici morti. Il presidente ucraino ha anche allegato un video che mostra le immagini successive all'attacco: si vede una colonna di fumo levarsi da dietro un edificio e si sentono rumori di sirene di vigili del fuoco in arrivo. "Ogni giorno la Russia distrugge la popolazione civile, uccide bambini ucraini, lancia razzi contro obiettivi civili. Dove non c'è nulla di militare. Cos'è questo se non un atto palese di terrorismo?", scrive Zelensky, che conclude definendo i russi "disumani" e parlando di "Paese killer" e "Paese terrorista".

 

 

In totale i missili lanciati sarebbero tre, stando a quanto riferito dalla polizia nazionale ucraina. Il raid ha anche innescato un incendio che ha coinvolto 50 auto in un parcheggio. Secondo il governatore della regione di Vinnytsia, Sergey Borzov, i sistemi di difesa aerea dell'Ucraina hanno inoltre abbattuto altri quattro missili lanciati sull'area. Secondo il vice capo dell'ufficio della presidenza ucraina Kyrylo Tymoshenko, Vinnytsia è stata colpita con missili Kalibr lanciati dai russi da un sottomarino nel Mar Nero.

 

 

Nel frattempo i leader occidentali continuano a condannare la guerra russa. "L'aggressione di Putin all'Ucraina è una sfida alla pace e alla stabilità ovunque nel mondo - ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, in conferenza stampa assieme al premier israeliano Yair Lapid - La guerra di Putin deve essere un fallimento strategico" e "il mondo libero deve sostenere" l'Ucraina, "gli Usa continueranno a sostenere" Kiev. Sostegno che arriva anche dal presidente francese, Emmanuel Macron, che però spiega anche come il futuro che ci attende sia molto difficile. "L'estate e l'inizio dell'autunno saranno molto duri. Gli ucraini si stanno difendendo con incredibile coraggio e grazie alle attrezzature fornite dall'Occidente. Ma questa guerra durerà", ha detto nella sua prima intervista televisiva dalla rielezione, in onda sui canali France 2 e TF1.