Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra in Ucraina, ancora morti e feriti: Sloviansk sotto attacco. Russi annunciano presa Lysychansk, Kiev smentisce

  • a
  • a
  • a

Ancora morti. La guerra in Ucraina continua a mietere vittime civili. "Sloviansk è stata oggetto di uno dei più pesanti bombardamenti degli ultimi tempi" fa sapere il sindaco, Vadym Lyakh, in un video pubblicato sui social, aggiungendo che nella città della regione di Donetsk ci sono "fino a 15 incendi". La stampa ucraina parla di almeno sei morti e di una quindicina di feriti.

 

 

I combattimenti continuano nel Donbass, che resta comunque il fronte più caldo, ma non solo. Tra annunci e smentite, nelle scorse ore sono giunte notizie contrastanti sulla presa di Lysychansk, la città "gemella" di Severodonetsk, nel Lugansk, nell’Est del Paese. Le forze russe hanno annunciato di aver conquistato la città ma Kiev ha smentito. Poi, secondo il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk, Sergiy Gaidai, citato da Ukrinform, l’esercito russo sta cercando di prendere piede a Lysychansk. Da parte russa, invece, il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha già annunciato che la città è stata "liberata" dalle forze ucraine, secondo quanto riporta la Tass.

 

 

"Dopo il 24 febbraio, il territorio di dieci regioni è stato interessato dalle ostilità. Durante questo periodo, 1.027 città e paesi sono stati liberati e altri 2.610 sono ancora sotto l’occupazione russa" lo dice in un video pubblicato su Telegram il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky.