Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, sale a 29 il bilancio dei morti al centro commerciale di Kremenchuk. Si combatte a Lysychansk

  • a
  • a
  • a

I soccorritori ucraini hanno trovato i resti di 29 corpi tra le macerie del centro commerciale di Kremenchuk, colpito lunedì da missili russi. Il bilancio ufficiale finora era di almeno 19 morti e oltre 60 feriti. Secondo le stime delle autorità c'erano tra le 200 e le mille persone al momento dell'attacco missilistico russo che ha distrutto il centro commerciale. Le ricerche proseguono.

 

 

Oggi, 2 luglio, è stato dichiarato giorno di lutto per i morti nella regione di Odessa. Lo riporta il canale di news ucraino Nikvesta. Il numero delle vittime dell’attacco missilistico su Serhiyivka nella regione di Odessa è salito a 21 persone. Ieri, 16 persone sono state uccise in un edificio residenziale e 5 persone sono rimaste uccise nel territorio del centro ricreativo, di cui 1 bambino. Altre 39 persone sono rimaste ferite. I soccorritori continuano a rimuovere i detriti.

 

 

Intanto ancora scontri nel Donbass, sotto pressione l’area di Lysychansk e ieri la regione di Odessa è rimpiombata nella paura. La guerra in Ucraina continua da 129 giorni. Kiev chiede ancora armi all’Occidente. "Non stiamo negoziando meno attivamente in merito ad altre nuove armi dei nostri partner: è necessario per il Donbass, per la regione di Kharkiv, per il sud dell’Ucraina", ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel consueto discorso serale. "Stiamo facendo di tutto per rompere il vantaggio degli occupanti", ha aggiunto Zelensky, che ha ringraziato gli Stati Uniti "per il nuovo pacchetto di supporto per l’Ucraina" che in totale "vale 820 milioni di dollari". Sul campo prosegue l’offensiva nell’area di Lysychansk, la città "gemella" di Severodonetsk.