Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guerra, trovata un'altra fossa comune a Mariupol: 100 cadaveri. E il bilancio dei morti a Odessa sale a 21 civili

  • a
  • a
  • a

A Mariupol è stata trovata un’altra fossa comune con 100 cadaveri. Lo scrive su telegram il consigliere del sindaco, Petro Andryushchenko. Lo riporta Unian. "Le tombe temporanee nelle strade si stanno gradualmente trasformando in tombe permanenti", ha dichiarato. "Sotto le macerie nel quartiere Livoberezhnyy, a Mariupol, sono stati trovati altri 100 corpi. Gli occupanti sgomberano le macerie ma non dimostrano alcuna intenzione di spostare le tombe dalla città che si trovano a pochi passi dal quartiere" ha aggiunto.

 

 

Intanto si aggrava ancora il bilancio delle vittime dell’attacco missilistico russo nella regione di Odessa. Il bilancio fornito dal consigliere dell’amministrazione di Odessa, Serhii Bratchuk, e riferito da Ukrinform parla di 21 morti nell’attacco che nelle scorse ore ha colpito la zona di Serhiyivka. Secondo le notizie riportate le vittime sono tutti civili. "Un’altra vittima si aggiunge al bilancio - ha detto - Il triste bilancio è ora di 21 morti". Fra di loro "c’è anche un bambino di 12 anni". Lo ha detto il portavoce dell’amministrazione militare regionale di Odessa, Serhiy Bratchuk. Lo riporta Unian. Le operazioni sul luogo "sono ancora in corso".

 

 

"La Russia, stato terrorista, continua la sua guerra contro i civili con attacchi missilistici notturni sulla regione di Odessa che hanno fatto decine di morti, bambini compresi" scrive su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, che - con il bilancio dell’attacco che parla di 21 morti - esorta "i partner a fornire all’Ucraina al più presto moderni sistemi missilistici di difesa". "Aiutateci a salvare vite e a porre fine a questa guerra", conclude.