Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Metsola, status di candidato Ue per Ucraina "è giorno storico". Dagli Usa altre armi a Kiev

Esplora:

  • a
  • a
  • a

"Oggi giornata storica, daremo lo status di paese candidato all'Ucraina, cosa che il Parlamento Europeo ha chiesto sin dall'inizio della brutale guerra scatenata dalla Russia". Lo ha detto la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola. "Ma oggi solleverò anche la questione dell'aumento dei costi della vita per i cittadini europei a causa della guerra, i prossimi mesi saranno difficili da un punto di vista della sicurezza energetica", ha aggiunto.

 

 

Intanto la guerra in Ucraina è arrivata al 120esimo giorno. I russi avanzano nel Donbass, gli ucraini resistono attaccando in territorio russo e nel Mar nero. La situazione intorno a Kaliningrad resta tesa: Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, ha promesso che la risposta al blocco del transito di alcune merci da parte della Lituania in applicazione di sanzioni Ue "risiederà nel campo pratico e non in quello diplomatico". Mosca sta valutando il taglio delle forniture di energia elettrica alla Lituania. Da Bruxelles filtra la notizia che il caso Kaliningrad finirà sul tavolo del summit Ue.

 

 

Un'altra zona di tensione è a Zaporizhzhia, dove il sindaco ha annunciato che alcuni lavoratori della centreale nucleare sono stati sequestrati dai russi a Enerhodar, città nella stessa regione. Intanto l'amministrazione Biden dovrebbe annunciare entro oggi un altro invio di aiuti militari all'Ucraina. Lo riferiscono fonti informate alla Cnn. Nel pacchetto dovrebbero esserci altri sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS) e munizioni.