Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni legislative in Francia, Macron non ottiene la maggioranza assoluta. Record di seggi per Le Pen

  • a
  • a
  • a

Niente maggioranza assoluta in Parlamento per Emmanuel Macron. Il presidente della Repubblica francese, a due mesi dalla rielezioni all'Eliseo, ha ottenuto con la sua formazione Ensemble il maggior numero di seggi all'Assemblea nazionale francese, senza però raggiungere la quota necessaria di 289 deputati. Nel dettaglio, secondo la proiezione di Elabe per Bfmtv e L'express, il campo presidenziale otterrebbe solo una forchetta compresa fra 205 e 235 seggi, un risultato ben lontano dalla soglia della maggioranza assoluta. "Discuteremo con tutti coloro che vogliono far avanzare il Paese, la mano è tesa", ha detto la portavoce del governo francese, Olivia Grégoire. Inoltre, diversi alleati vicini al presidente francese risultano sconfitti nelle legislative di cui oggi si è tenuto il secondo turno. La ministra della Salute, Brigitte Bourguignon, è stata sconfitta nel Pas-de-Calais da Christine Engrand, candidata della formazione di estrema destra Rassemblement national di Marine Le Pen, e dovrà dunque lasciare il governo. Battuto anche il presidente del gruppo LREM di Macron, Christophe Castaner, che nelle Alpes-de-Haute-Provence dovrà cedere il posto al rivale di Nupes Léo Walter. E battuto anche il presidente dell'Assemblea nazionale, Richard Ferrand, sconfitto dall'avversaria di Nupes Mélanie Thomin nel Finistère. Ha annunciato invece la sua vittoria contro la Nupes il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin. 

 

 

Per quanto riguarda l'opposizione, la prima forza è rappresentata dalle sinistre riunite sotto la bandiera di Nupes (Nouvelle union populaire écologique et sociale) guidata da Jean-Luc Mélenchon. Secondo la prima proiezione alla chiusura delle urne, Nupes raccoglierebbe una forchetta compresa fra 170 e 190 deputati. La Nupes include, cosa questa storica, quattro formazioni di sinistra: La France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon, gli ecologisti, i comunisti e i socialisti.

 

 

Boom di seggi invece per il Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen: la formazione di estrema destra otterrebbe una forchetta compresa fra 75 e 95 seggi. Si tratta di un risultato storico, visto che finora il Rassemblement National non aveva i 15 deputati necessari a formare un proprio gruppo in Parlamento (con 6 deputati). "Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi: fare di Emmanuel Macron un presidente di minoranza, senza controllo del potere", ha detto a caldo Le Pen.