Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Corea del Nord "Kim non è vaccinato" e i casi di febbre salgono a 2 milioni: si teme la catastrofe

  • a
  • a
  • a

Da Paese "libero" dal Covid (almeno ufficialmente), alla massima emergenza per la pandemia. Parliamo della Corea del Nord in apprensione massima, anche per il suo leader. L’intelligence di Seul infatti, ritiene "improbabile" che il leader di Pyongyang, Kim Jong-un, abbia ricevuto il vaccino contro il covid-19. Lo riporta l’agenzia di stampa nazionale della Corea del Sud, Yonhap. La Corea del Nord non hai fatto partire la campagna vaccinale nel Paese ma, secondo la Corea del Sud, starebbe cambiando idea. Il media statale nordcoreano Rodong Sinmun avrebbe infatti pubblicato un report relativo all’efficacia della vaccinazione nel prevenire la diffusione del virus.

 


La Corea del Nord ha segnalato proprio oggi un altro decesso e più di 262.270 nuovi casi di persone "con febbre" in 24 ore, dopo che nei giorni scorsi è stata scattata l’allerta massima per il primo focolaio di coronavirus confermato dall’inizio della pandemia, un’ondata di contagi ammessi da Pyongyang che ha fatto scattare il lockdown e che ha portato il leader nordcoreano Kim Jong Un a mobilitare i militari per la distribuzione di farmaci.

 

 

 

I dati ufficiali riportati dall’agenzia Kcna parlano di più di 1,97 milioni di casi di persone "con febbre da fine aprile", con oltre 1,23 milioni di pazienti guariti, e di 63 decessi in un Paese con 25 milioni di persone in cui è mancata una campagna vaccinale contro il Covid-19 e dove i test sono praticamente un sogno. Secondo la Cnn, che cita un funzionario governativo sudcoreano, tre cargo nordcoreani sono volati lunedì in Cina e sono rientrati subito in Corea del Nord. Il gigante asiatico - che pure combatte contro la diffusione di Omicron - si è offerto di aiutare Pyongyang, al pari di altri Paesi. E, stando al Guardian che cita una fonte diplomatica, i tre aerei della Air Koryo arrivati in Cina e rientrati lunedì a Pyongyang portavano forniture mediche. Si teme il peggio, si cerca di evitare la catastrofe sanitaria.