Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vladimir Putin, "pronti sosia per sostituirlo". Spiffero sulla sua salute: "Operato d'urgenza"

  • a
  • a
  • a

Ore cruciali per la Russia e segnatamente per Vladimir Putin. Almeno a sentire indiscrezioni-bomba come quella lanciata dal New York Post.  Lo zar potrebbe infatti operarsi già nella giornata di oggi lunedì 16 maggio o comunque a breve, per un tumore e al suo posto il Cremlino avrebbe già pronti alcuni sosia per sostituirlo nelle apparizioni pubbliche.

 

 

Una maniera questa, per far credere che il presidente russo sia pienamente operativo e in controllo del Paese. L'indiscrezione, lanciata dalla stampa è stata raccolta da fonti vicine agli oppositori di Putin. Una soffiata clamorosa. 

La rivelazione arriva dal canale Telegram anti-Putin "General SVR", tra i più accreditati riguardo le informazioni sulla guerra in Ucraina. Secondo quanto riferito, presto lo zar dovrà assentarsi per circa 10 giorni a causa dell'operazione. La data non è stata rivelata, ma è già stata fissata  e come dicevamo potrebbe essere oggi stesso. Il canale Telegram sarebbe gestito da un ex tenente generale dei servizi segreti esteri russi, che usa lo pseudonimo di Viktor Mikhailovich.

 

 

Nel periodo della convalescenza, il potere dovrebbe passare temporaneamente a Nikolai Patrushev, fedelissimo di Putin ed ex capo della polizia federale. The Project, agenzia investigativa russa, ha affermato che Putin si è fatto visitare da uno specialista in oncologia, a Sochi, ben 35 volte negli ultimi quattro anni. Inoltre, il presidente russo sarebbe diventato piuttosto preoccupato per la propria salute, al punto da rivolgersi a terapie non convenzionali. Già in passato, si era parlato di sostituire il presidente russo con dei sosia. Stavolta le indiscrezioni montano con dovizia di particolari.

Altri dettagli sull'operazione: sarebbe stata fissata "non più tardi di oggi" tra l'1 e le 2 di notte e affidata a medici russi.