Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incontro Draghi-Biden, il premier rivendica la linea europea dalla quale fin qui era sembrato discostarsi

Pietro De Leo
  • a
  • a
  • a

Magari fosse il punto di una svolta. L’incontro tra Mario Draghi e Joe Biden, stando al contenuto delle dichiarazioni, pare essere una rivendicazione di quella linea europea di fronte alla quale, almeno fin qui, il premier italiano era sembrato discostarsi. “Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace, per un cessare il fuoco e l’avvio di negoziati credibili”, ha detto l’inquilino di Palazzo Chigi. Subito dopo, la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, interpellata sul punto dai giornalisti, ha sì ribadito la disponibilità di una soluzione diplomatica, per quanto poi abbia fatto notare che “i russi non sono disposti a sedersi al tavolo”.

 

 

Reazione del tutto prevedibile, quella americana, tuttavia le parole del Presidente del Consiglio italiano paiono portare acqua al mulino di una soggettività europea propria, in piena alleanza con gli Stati Uniti ma senza scadere nella sovrapposizione.In Italia e in Europa - ha rimarcato il Presidente del Consiglio - le persone adesso vogliono la fine dei massacri, di questa violenza e di questa macelleria e le persone pensano cosa possiamo fare per portare la Pace”.

 

 

C’è sicuramente un sottinteso a tutto questo, ed è l’enorme contraccolpo nella dimensione economica nelle società europee che la guerra sta generando. La consapevolezza di questo aveva, nelle ultime settimane, allargato quel solco tra la dimensione dei partiti politici e quella dell’inquilino di Palazzo Chigi, che è un tecnico. Tanto che, in un’intervista di ieri al Corriere della Sera, anche Enrico Letta aveva contrapposto delle sfumature rispetto all’impostazione di atlantismo ortodosso fin qui tenuta da Draghi. E proprio il segretario del Pd è stato tempestivo nel suo tweet di giubilo: “Chiaro e forte il messaggio di Draghi a Biden, priorità dell’Italia e dell’Europa è far cessare i massacri e arrivare alla pace. Ci rappresenta”. Che tutto questo sortisca effetti nel breve periodo è presto per dirlo, ma in ogni caso è già qualcosa.