Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amazon Usa, stop al pagamento dei congedi di malattia per Covid ai dipendenti

  • a
  • a
  • a

Piccola rivoluzione nella gestione della pandemia da parte di Amazon negli Stati Uniti d'America: a partire da oggi, lunedì 2 maggio, l'azienda smetterà di pagare i congedi di malattia per Covid ai dipendenti. Una decisione che potrebbe fare scuola e arrivare anche in Europa.

 

 

Come si legge su Reuters, infatti, questo cambio di gestione del pagamento dei congedi a causa della positività al Covid 19 arriva a seguito della possibilità e dell'efficacia data dai vaccini e delle linee guida riviste dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Così, da oggi, il personale di Amazon che lavora negli Stati Uniti riceverà, anziché un congedo retribuito, cinque giorni di congedo giustificato e non retribuito. 

 

 

La società, a seguito dell'allentamento delle misure anti contagio, dell'efficacia della campagna di vaccinazione e delle linee guida aggiornate sulla salute pubblica, ha spiegato che da questo momento "possiamo continuare ad adeguarci in sicurezza alle nostre politiche pre Covid". La rivoluzione, se così vogliamo chiamarla, arriva in un periodo non semplice per il colosso del mercato online: ad aprile, infatti, i lavoratori del magazzino di New York hanno votato per formare il primo sindacato aziendale. Secondo quanto riportato da Nbc, oggi una corte federale del lavoro Usa procederà oggi al riconteggio dei voti con i quali è stato formato. Insomma, continue novità per Amazon Usa, che ben presto potrebbero anche arrivare in Europa. Vedremo come andranno le cose e se ci saranno ripercussioni.