Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Francia, dati ufficiali: a Macron il 58.54% dei voti. Astensione al 28.01%, è il dato più alto dal 1969. Proteste nelle città transalpine

  • a
  • a
  • a

Ufficializzati i dati decisivi delle elezioni presidenziali in FranciaEmmanuel Macron è stato rieletto presidente della Repubblica francese con il 58,54% dei voti, secondo i dati del ministero dell'Interno. La candidata del Rassemblement national, Marine Le Pen, ha ottenuto il 41,46%. Al ballottaggio l'astensione è stata del 28,01%, oltre 13.6 milioni di francesi iscritti nelle liste elettorali non si sono recati alle urne. Si tratta del dato più alto dal 1969. 

"Congratulazioni a Emmanuel Macron, vero amico dell'Ucraina, per la sua rielezione! Gli auguro ulteriori successi per il bene del popolo francese". Lo ha scritto su Twitter il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky, tra i primi a complimentarsi pubblicamente. "Apprezzo il suo sostegno e sono convinto che stiamo andando avanti insieme verso nuove vittorie comuni. Verso un'Europa forte e unita!".

Ma dopo la proclamazione della rielezione di Macron, non sono mancate tensioni. In diverse città della Francia, da Parigi a Marsiglia sono scoppiate proteste dopo l'annuncio della rielezione. A Parigi circa 200 persone si sono riunite in Place de la République, mentre a Tolosa, più di 300 hanno marciato per le strade della città, con striscioni con scritto: "Né Macron né Le Pen". Circa 250 manifestanti si sono riuniti poi a Rennes poco dopo l'annuncio dei risultati. Durante la protesta, indetta dalla sinistra radicale, ci sono stati momenti di violenza con i manifestanti che hanno eretto barricate e incendiato i rifiuti. Alcuni di loro sono stati fermati. Nel centro di Nantes, un corteo di circa 400-500 persone ha marciato dietro uno striscione che proclamava la "Necessità di una rivoluzione". Anche a Marsiglia si è tenuta una manifestazione a cui hanno partecipato circa 400 persone. A Lione, 150 persone hanno sfilato dietro allo striscione: "Abbasso Macron", riferisce France 3 Auvergne-Rhône-Alpes. La protesta è stata annunciata da movimenti antifascisti e sindacati studenteschi per denunciare la "non rappresentatività delle elezioni" in particolare a causa dell'alta astensione.