Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ucraina, Putin deciderà oggi sull'indipendenza di Donetsk e Luhansk. La Lituania: "Subito sanzioni alla Russia"

  • a
  • a
  • a

La crisi tra Ucraina e Russia sembra poter arrivare ad una svolta da un momento all'altro, forse addirittura nelle prossime ore. Fanno riflettere gli ultimi annunci del presidente Vladimir Putin, finite sugli organi di informazione di tutto il mondo. Putin ha annunciato che deciderà oggi sulla richiesta di riconoscimento delle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk (Dpr e Lpr). Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti. Le pressioni continuano a salire e una possibile soluzione diplomatica sembra sempre più lontana. Tutti i leader dei principali paesi europei continuano a lavorare per cercare di evitare un conflitto dalle conseguenze drammatiche ma con il trascorrere le ore tutto diventa sempre più complesso.

Dura anche la posizione della Lituania secondo cui "non dobbiamo aspettare un attacco militare" per imporre le sanzioni alla Russia, perché un attacco è già in corso. "Posso dirvi che l'Ucraina è già sotto attacco, prima di tutto economicamente: sta già affrontando nuove sfide non indotte dall'Ucraina ma che sono costrette dalla Russia". Sono parole del ministro degli Esteri della Lituania, Gabrielius Landsbergis, al suo arrivo al Consiglio Ue Esteri.

"Inoltre, la campagna terroristica: dobbiamo immaginare un paese circondato da un esercito straniero, con la minaccia di un'invasione, e questo sta mettendo già molta pressione sull'Ucraina. Dobbiamo essere molto chiari e aprire una discussione su come possiamo rispondere a questo attacco già in corso", ha aggiunto. "Putin non sta tracciando linee rosse, noi dovremmo tracciare le linee rosse per le nostre sanzioni. Penso che tutte le sanzioni vadano mantenute sul tavolo", comprese le sanzioni al settore energetico della Russia, ha detto rispondendo a una domanda. La situazione è in continua evoluzione e con il trascorrere del tempo continuano a salire le quotazioni di un possibile conflitto. Le prossime ore potrebbero essere decisive e la posizione che prenderà Vladimir Putin sulle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, sarà un importante e forse determinante segnale.