Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Michele Bravi ricorda i nonni sul palco di Sanremo dopo che canta Battisti. Morgan: "Il migliore di tutti"

  • a
  • a
  • a

Michele Bravi nella quarta serata del Festival di Sanremo 2022 ha portato sul palco dell'Ariston Io vorrei…non vorrei…ma sei vuoi di Lucio Battisti ed al termine dell'esibizione, prima di salutare il pubblico e il conduttore e direttore artistico Amadeus, ha sorpreso tutti ricordando i suoi nonni morti. L'artista ha portato con sé, sul palco, le loro fedi nuziali. "Sanremo lo guardavo sempre da casa con due persone che mi hanno insegnato che è impossibile che uno scoglio possa arginare il mare. Questi sono i miei nonni che non ci sono più, ma sono sempre qui con me" ha spiegato il cantante umbro nel mostrare le fedi alle telecamere.

 

 

La performance sulle note della celebre canzone di Battisti ha un po' diviso il popolo dei social, ma dalla parte del cantautore originario di Città di Castello si è schierato Morgan con un post su Instagram al veleno: "Ho visto Michele Bravi e ho visto un artista con la A maiuscola. Commovente, elegante, profondo, originale, disperato, pieno di vita di dolcezza, mille spanne sopra a tutti. Roba che chiunque altro sul quel palco, da Morandi a tutti i Jovanotti del mondo se la può scordare manco se si impegna cent'anni. Ho visto Michele Bravi e ho finalmente visto un artista a Sanremo. Dio sia lodato, bravo figlio mio". 

 

 

Il cantautore tifernate, 27 anni, sta partecipando per la seconda volta in carriera (quarto posto nel 2017) alla kermesse canora. In questa edizione ha portato il brano Inverno dei fiori alla cui composizione del testo ha contribuito anche il figlio di Mogol. Già in altre occasioni aveva ricordato i nonni, in particolare nonno Luigi.