Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, obbligo universale: la Germania punta a prendere una decisione entro marzo

  • a
  • a
  • a

La Germania potrebbe essere il primo paese d'Europa a decidere di introdurre l'obbligo universale di vaccinazione contro il Covid 19. Il più grande partito tedesco, la Spd, ha dichiarato in maniera ufficiale che mira a una decisione finale. E vuole farlo entro il prossimo mese di marzo. Ovviamente anche in Germania ci sono divisioni sull'opportunità o meno dell'obbligo all'interno della maggioranza tripartito del governo guidato da Scholz, soprattutto tra gli esponenti liberaldemocratici, il partner di coalizione più piccolo. Non è ancora chiaro come sarebbe concepito l'obbligo. Due legislatori di alto livello dei socialdemocratici, Dagmar Schmidt e Dirk Wiese, hanno dichiarato che "miriamo a concludere il processo legislativo nel primo trimestre di quest'anno". La notizia è stata riportata dall'agenzia di stampa Dpa.

Il mese scorso il Parlamento ha approvato una legge che richiederà al personale degli ospedali e delle case di cura di dimostrare di essere completamente vaccinato o di essere guarito dal Covid entro metà marzo. I progressi verso l'obbligo di vaccinazione si stanno dimostrando più lenti. Il cancelliere Olaf Scholz ha sostenuto tale obbligo, ma vuole che i legislatori votino secondo la loro coscienza personale piuttosto che secondo le linee del partito. L'idea è che il Parlamento voti su proposte redatte da gruppi di legislatori piuttosto che dal governo. Nel parlamento continua a crescere il partito trasversale dei favorevoli al vaccino obbligatorio.

Nelle ultime settimane i contagi sono aumentati in maniera notevole creando svariati problemi al Paese, non solo dal punto di vista sanitario. La Germania vuole fare di tutto per cercare di contenere la diffusione del Covid e affrontare frontalmente il virus, aspetti che fanno crescere ogni giorno cittadini e parlamentari favorevoli al vaccino universale come del resto sta accadendo in altre nazioni europee e non solo. E quello lanciato dal governo Draghi, l'obbligo vaccinale per gli ove 50, è un segnale considerato importante anche in Germania