Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Giappone terminate le patate, tre Boeing a pieno carico per salvare i McDonalds del Sol Levante

  • a
  • a
  • a

Giapponesi in crisi di approvvigionamenti. Così tre Boeing 747 sono stati noleggiati per trasportare nella terra del Sol Levante rifornimenti di patate: la scorsa settimana infatti McDonald's aveva annunciato che nei ristoranti della catena del paese asiatico sarebbero state servite solo porzioni piccole perché i rifornimenti da Vancouver erano saltati. Così ridurre le porzioni per cliente era dunque l'unica opzione per non lasciare a bocca vuota nessuno.

 

 

Il Covid sta causando gravi danni in ogni settore economico, compresa la catena del cibo Le patate surgelate arrivavano nei 3000 ristoranti giapponesi della catena di fast food dalla costa Ovest degli Stati Uniti e dal Canada: la carenza di container e le alluvioni nel nord del continente stanno bloccando tutto. Acqua e fango hanno reso impraticabili ferrovie e l'autostrada Trans-Canada Highway, arteria principale che collega l'est e l'ovest della nazione. Non solo i ristoranti, ma anche gli scaffali dei negozi potrebbero restare a corto di beni di prima necessità. 

 

 

Così con la soluzione dei Boeing partiti in missione le porzioni grandi torneranno sui tavoli del fast food a partire dalla sera di fine anno, 31 dicembre 2021. In realtà la carenza di patatine non riguarda solo il Giappone. A New York - riferisce Bloomberg - l'iconico J.G. Melon aveva annunciato su Instagran di essere costretto a sospendere la vendita di patatine per problemi di approvvigionamento. Anche altri prodotti, come il formaggio, avevano avuto problemi ad arrivare nelle dispense dei ristoranti.