Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Germania, vince Spd di Scholz: ma è duello con Laschet per formare il governo

  • a
  • a
  • a

La Germania cambia, ma soltanto per un soffio. Vanno ai socialdemocratici tedeschi di centrosinistra le combattutissime elezioni nazionali in Germania che hanno sancito la bocciatura del blocco di centrodestra dell’Unione della cancelliera uscente Angela Merkel. Per il candidato dei socialdemocratici Olaf Scholz, vice cancelliere uscente e ministro delle finanze che ha tirato fuori il suo partito da una crisi lunga anni, il risultato è "un mandato molto chiaro".

 

 

Per la prima volta nella storia recente della Repubblica federale, i circa 60 milioni di elettori tedeschi chiamati domenica 26 settembre alle urne non hanno scoperto in televisione, leggendo i dati, l’identità del loro futuro cancelliere. I due principali partiti, Spd e Cdu, che hanno sempre governato la politica tedesca per quasi 70 anni, sono risultati infatti testa a testa, preannunciando un periodo di instabilità politica. Alla fine a identificare il vincitore sono stati gli stessi funzionari elettorali i quali hanno reso noto che il conteggio di tutte le 299 circoscrizioni ha evidenziato che i socialdemocratici hanno ricevuto il 25,9% dei voti, contro il 24,1% del blocco dell’Unione. Nessun partito vincente in un’elezione nazionale tedesca aveva mai preso meno del 31% dei voti.

 

 

Per il Cdu-Csu si tratta del peggior risultato della sua storia. I Verdi hanno ottenuto il 14,8% e i liberali del Plr l’11,5%. Per il partito cristiano democratico di Angela Merkel, che governa ininterrottamente il Paese da 16 anni, si tratta di una "amara sconfitta", riconosciuta dal suo segretario generale Paul Ziemiak. La Cdu perde circa otto-nove punti rispetto al sondaggio del 2017, ma non rinuncia alla sua ambizione di formare una coalizione. La Cdu ha ricevuto in tal senso un "mandato chiaro" dagli elettori, ha affermato il suo candidato presidente Armin Laschet, che ha aggiunto: "vogliamo guidare il governo". Insomma, per formare il governo sembra proprio che ci sia bisogno di tempi lunghi.