Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Infermiera muore di Covid dopo aver partorito il quinto figlio, non era vaccinata. Deceduto anche il marito

  • a
  • a
  • a

Una vera e propria tragedia familiare negli Stati Uniti a causa del Covid. Una donna di 37 anni, Davy Macias è morta in California per le complicazioni del Covid, una settimana dopo che i medici hanno fatto nascere, con il parto cesareo, la sua quinta figlia. Due settimane dopo anche il marito, Daniel Macias, un insegnante 39 anni, è morto di Covid, lasciando orfani i cinque figli che hanno, a parte la neonata, tra i sette ed i 2 anni.

 

 

Secondo quanto ha raccontato al Washington Post la cognata Terri Serey, Davy, che era un’infermiera, non si era vaccinata perché era incinta, ma non ha precisato se il marito si fosse immunizzato. La loro storia arriva qualche settimana dopo quella di Lydia e Lawrence Rodriguez, morti entrambi di Covid in Texas. I due non si erano vaccinati, ma dall’ospedale la moglie ha detto alla famiglia di vaccinare i loro quattro figli. I Centers for Disease Control and Prevention esortano le donne incinte di vaccinarsi, sottolineando che gli studi non hanno evidenziato rischi per la gravidanza. Al contrario, le donne contagiate con il Covid in gravidanza sono più esposte a complicazioni e rischi. 

 

 

Sempre secondo i media americani, la coppia Macias comunque non era vaccinata. I figli saranno ora accuditi dai nonni. Secondo il fratello di Davy, i coniugi Macias avrebbero contratto il virus durante una giornata al parco acquatico. Sua sorella non si sarebbe sottoposta al vaccino perché in prossimità del parto. “Le sue ultime parole - ha aggiunto il fratello - prima di essere intubato sono state: se ne hai la possibilità, fai il vaccino per non finire come me”. La coppia ha lasciato orfani i cinque figli, tutti sotto i dieci anni, tra i quali uno nato pochi giorni prima del decesso della madre, costretta a partorire mentre era attaccata al ventilatore per respirare.