Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schumacher, la moglie Corinna: "Sempre qui a mostrarmi quanto è forte". L'incidente del 2013

  • a
  • a
  • a

"Michael manca a tutto il mondo. Ma Michael c’è, è diverso ma c’è. E questo ci dà forza" racconta Corinna Schumacher, moglie di Michael Schumacher, nel corso del documentario in uscita su Netflix il 14 settembre dedicato all’ex pilota della Ferrari sette volte campione del Mondo. "Mi manca tutti i giorni ma non sono l’unica a cui manca: manca ai suoi figli, alla sua famiglia, a suo padre, a tutti quelli che lo circondano", le parole di Corinna riportate dal sito francese Tele-Loisirs. Parlando sull’incidente sugli sci del capodanno 2013 a Meribel, la moglie di Schumi dichiara: "Non me la sono mai presa con Dio per quello che è successo. È stata solo una disgrazia". "Stiamo insieme, viviamo insieme a casa. Segue delle cure e facciamo tutto il possibile perché migliori, perch senta il legame con la sua famiglia. Cerchiamo di andare avanti come Michael amava e come ama ancora. La vita va avanti, Michael ci ha sempre protetto, e ora noi proteggiamo Michael", conclude Corinna. 

 

 

Ma cosa successe a Schumacher la mattina del 29 dicembre 2013? Durante una discesa con gli sci in un fuori pista sulle nevi di Méribel in Savoia (Francia), Michael cadde e batté violentemente la testa contro una roccia, urto aggravato dalla presenza di una videocamera sportiva la cui asta di supporto perforò il casco impattando contro il cranio.Ricoverato d'urgenza in stato semicomatoso al centro ospedaliero universitario di Grenoble, venne sottoposto a una operazione neurochirurgica per grave trauma cranico ed emorragia cerebrale; dopodiché, venne mantenuto in coma farmacologico.

 

 

Il 16 giugno 2014, dopo circa sei mesi, la portavoce e manager Sabine Kehm dichiarò che Schumacher, uscito dal coma, aveva lasciato l'ospedale di Grenoble per iniziare un percorso riabilitativo in una clinica privata. Già ad aprile erano stati annunciati periodi di risveglio, ripresa della coscienza e interazione con l'ambiente circostante. Venne infine deciso un percorso riabilitativo al centro di neuroscienze dell'ospedale universitario di Losanna, non lontano dalla sua villa di Gland. Il 9 settembre 2014 Schumacher venne dimesso dall'ospedale per proseguire la riabilitazione a casa, a Gland. Da allora la famiglia ha mantenuto il totale riserbo sulle condizioni di salute del pilota sino al'intervista di oggi della moglie.