Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lady Diana, dai tradimenti reciproci con Carlo a James Hewitt: il maggiore amato pure da William e Harry

  • a
  • a
  • a

Lady Diana, all'anagrafe Diana Frances Spencer, è nata a Sandringham il 1 luglio 1961 e morta a Parigi il 31 agosto 1997. Dal 1981 al 1996 è stata la moglie di Carlo, principe del Galles, erede al trono del Regno Unito. Dopo il divorzio dal coniuge, mantenne il titolo di Principessa di Galles, ma senza il trattamento di Altezza Reale, pur rimanendo membro ufficiale della famiglia reale come madre del futuro re, fatto verificatosi per la prima volta nella storia della famiglia reale britannica. Tanti gli aneddoti e i retroscena sulla sua vita privata, da quello che Diana diceva alle amiche di Carlo: "Dalla cintura in giù era morto”, sarebbero state le sue parole. A quello che lo stesso Carlo raccontava agli amici, vale a dire che di notte, quando le si avvicinava, Diana si girava dall’altra parte e gli chiedeva di lasciarla dormire. 

 

 

Se l'unica vera altra donna per Carlo è stata Camilla Parker, per Diana tanti furono i veri o presunti amanti. Uno di questi fu il maggiore James Hewitt. Nell’intervista del 1995 a Martin Bashir della Bbc la principessa confessò di averlo amato molto. Stando alla versione dei fatti più nota, lo aveva visto per la prima volta nel 1986 a una riunione organizzativa del matrimonio del principe Andrea con Sarah Ferguson, e aveva chiesto a una sua collaboratrice di invitare quell’aitante ufficiale per un té. Al té gli aveva detto di avere paura dei cavalli dopo una caduta, e che gli sarebbe stata molto grata se avesse voluto aiutarla a liberarsi da questo trauma dandole lezioni di equitazione. Per avere più possibilità di incontri, gli chiese poi di dare lezioni anche a William e Harry. Hewitt era molto amato dai bambini di Diana: fece cucire in Savile Row le loro prime divise militari e li fece addirittura salire sui carri armati.

 

 

Nell’estate del 1997, Diana invece accettò l’invito dell’egiziano Mohamed Al Fayed, proprietario di Harrods a Londra e del Ritz a Parigi, che le aveva proposto di ospitarla con i figli nella sua villa in Costa AzzurraWilliam, portato a bordo con Harry, ebbe alcune discussioni con la madre: non gli piaceva quella pacchiana ostentazione di ricchezza e gli piaceva ancor meno il clima che si respirava intorno a Dodi. Con il veto di William e Harry, la storiella con Dodi sarebbe sicuramente finita entro l’estate. Finì invece contro un pilone del tunnel dell’Alma a Parigi, nell’ultimo giorno di quelle vacanze. La vita di Lady Diana sarà riproposta in tv su Rai1 nel documentario D. Time Il tempo di Lady D, a 24 anni dalla tragedia, martedì 31 agosto.