Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Svolta in Cina, via libera a tre figli per coppia: nuova legge approvata

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Svolta in Cina per quanto riguarda le politiche demografiche. Approvato in Cina l’emendamento alla Legge sulla popolazione e la pianificazione familiare che consente alle coppie di avere tre figli e prevede "misure a sostegno" della nuova politica.

 

 

L’emendamento, riferisce l’agenzia ufficiale Xinhua, ha avuto il via libera durante i lavori del Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo dopo le decisioni di fine maggio del Politburo del Partito comunista cinese. Cinque anni fa il gigante asiatico aveva detto addio alla politica del figlio unico, portando il limite a due. L'ultimo censimento varato da Pechino ha infatti dimostrato che nemmeno la concessione dei due figli per coppia ha fatto invertire il trend sull'invecchiamento della popolazione. La causa principale è da ricercare prevalentemente negli alti costi di mantenimento dei figli nelle città cinesi: spese ormai fuori controllo.

 

 

Il pacchetto include anche misure di sostegno per le famiglie di carattere finanziario, fiscale, assicurativo, educativo, abitativo, occupazionale e di altro tipo, che dovranno essere attuate con l'apporto del governo centrale e delle amministrazioni locali. I genitori con un terzo figlio non dovranno quindi più pagare una multa, né essere puniti dalle loro unità di lavoro. Il terzo figlio non dovrà più affrontare restrizioni per ottenere un permesso di registrazione familiare, noto come hukou, o un posto nelle scuole, oppure pesare sulla richiesta di occupazione dei genitori. Saranno migliorati i servizi pubblici relativi alla pianificazione familiare, in particolare per l'educazione dei bambini, l'assistenza agli anziani, la sorveglianza e le previsioni demografiche. Probabilmente anche la pandemia da Covid potrebbe aver inciso sulla decisione, con i tanti morti e un calo demografico che potrebbe aver influito sul via libera alla nuova legge.