Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Boris Johnson e la morte sfiorata in Scozia: "Stava annegando". Il salvataggio in extremis

  • a
  • a
  • a

Una vacanza da incubo, in linea con l'andamento dell'anno. E' quella che ha trascorso il premier inglese Boris Johnson in Scozia lo scorso anno. Insomma, non solo Johnson ha rischiato la vita a causa del Covid, ma secondo una fonte, sarebbe quasi annegato al largo della penisola di Applecross, in Scozia, salvato davvero all'ultimo istante.

 

 

Il periodo in questione è l'agosto del 2020. Il primo ministro britannico ha deciso di prendersi un paio di settimane di relax con l'allora fidanzata, oggi moglie, Carrie Symonds, il piccolo Wilfred (ora la consorte aspetta il secondo figlio, il sesto per Boris ndr) e il cane Dilyn. Ma la villeggiatura viene presto interrotta perché il Daily Mail scopre il cottage segreto della famiglia Johnson sulle scogliere scozzesi, ne pubblica le foto e così il primo ministro e i suoi cari sono costretti a sloggiare per ragioni di sicurezza.

 

 

Insomma, una vacanza rovinata dai "soliti" giornalisti. Di fatto però il soggiorno si era rivelato un disastro per un altro motivo. "Il primo ministro stava annegando, è stato salvato all'ultimo", ha rivelato una fonte governativa al Times. "Un giorno andarono tutti in acqua remando sulla tavola da paddlesurf - si legge - quando a un certo punto la corrente ha iniziato a portarsi via Johnson. Che, trascinato dalle acque, si allontanava sempre di più dagli altri, non riuscendo a tornare indietro".

 

 

La scorta a questo punto si è allarmata e secondo il racconto della gola profonda al quotidiano inglese, ha pensato addirittura a chiamare un elicottero per salvare Johnson. Alla fine, gli agenti di sicurezza si sono spogliati per poi tuffarsi in acqua dove hanno recuperato il primo ministro mentre sta cercando di liberarsi dalla corrente - in genere molto forti nelle acque scozzesi, anche Orwell rischiò di morire - e tornare così indietro. "Poteva essere una catastrofe", ha commentato ancora la fonte al Times. Nell'estate 2021, Johnson dovrebbe restare in Gran Bretagna, nonostante la volontà di andare all'estero. Il periodo di pandemia tuttavia complica i viaggi negli altri Paesi. L'importante è che stia alla larga dalle correnti.