Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Germania, ex SS di 100 anni a processo: fu guardia di un campo di concentramento nazista vicino a Berlino

  • a
  • a
  • a

Sarà processato a ben 100 anni, ma le autorità lo hanno considerato in grado di affrontare il giudizio: l'uomo, la cui identità non è stata resa nota, lavorò dal 1942 al 1945 come guardia nel lager nazista di Sachsenhausen, a nord di Berlino. Il processo inizierà a ottobre presso il tribunale statale di Neuruppin, in Germania. All'uomo vengono contestati più di 3.500 capi d'imputazione per concorso in omicidio. La notizia è stata divulgata da una portavoce del tribunale, mentre il nome dell’imputato non è stato diffuso (come previsto dalle leggi tedesche in merito). Secondo alcuni media locali, l’imputato vivrebbe nel Land di Brandenburgo. Il lager di Sachsenhausen fu creato nel 1936 vicino alla capitale, Berlino. Fu il primo ad essere istituito dopo che Adolf Hitler concesse alle Ss il pieno controllo del sistema dei campi di concentramento.

 

 

Fra il 1936 il 1945, più di 200mila persone vi furono rinchiuse. Inizialmente si trattava perlopiù di prigionieri politici o criminali, testimoni di Geova, omosessuali. Poi anche ebrei e soldati sovietici. In decine di migliaia morirono di fame, malattie, lavori forzati. Poi iniziarono, con metodo freddo e industriale, gli stermini di massa delle SS: impiccagioni, fucilazioni e camere a gas. Fra chi sopravvisse fino al 1942, molti furono trasferiti ad Auschwitz e qui uccisi. Il numero esatto dei morti a Sachsenhausen non è noto ma le stime variano tra quarantamila e centomila vittime. Il campo fu liberato nell’aprile 1945 dai soldati russi.

 

 

 

Le Schutzstaffel o SS, letteralmente "squadre di protezione", sono state un'organizzazione paramilitare nazista. Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, operarono in tutti i territori europei occupati dai tedeschi. Le SS sono tristemente note per esser state le organizzatrici ed esecutrici materiali dello sterminio ebraico. Dopo la sconfitta della Germania, le SS furono giudicate al processo di Norimberga alla stregua di una organizzazione criminale. Ernst Kaltenbrunner, il leader superstite, fu impiccato nel 1946. Himmler morì suicida poco dopo.