Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Va a fare jogging, poi lo trovano morto impiccato: mistero sull'attivista bielorusso anti Lukashenko

  • a
  • a
  • a

Morte misteriosa in Ucraina, dove un attivista bielorusso è stato trovato morto impiccato. Si tratta di Vitaly Shishov, scomparso da lunedì 2 agosto a Kiev. Lo ha riferito la polizia ucraina, secondo cui il corpo dell’uomo, punto di riferimento della diaspora bielorussa, è stato trovato in un parco nei pressi della sua casa a Kiev. La polizia ha fatto sapere di aver aperto un’inchiesta anche per verificare se si tratti di omicidio mascherato da suicidio.

 

 

Shishov era a capo della Ong Belarusian House in Ukraine (Bdu), che aiuta i bielorussi a fuggire dalle persecuzioni del regime di Aleksander Lukashenko. Di lui non si avevano più notizie da ore, in Ucraina: Shishov aiutava i bielorussi fuggiti all’estero a trovare una sistemazione e un lavoro. "I volontari stanno ancora cercando Vitaly Shishov - aveva scritto nelle scorse ore in un tweet il giornalista bielorusso Tadeusz Gizcan -. E' andato a correre (lunedì mattina) ed è scomparso". Il reporter aveva riferito delle inutili ricerche di volontari e polizia. Il Guardian e la Bbc hanno quindi acceso i riflettori sulla storia di Shishov, alla guida della Belarusian House in Ukraine (Bdu) con sede a Kiev.

 

 

La Bdu aveva confermato di non essere in grado di contattare Shishov. Da qualche tempo c’erano "sconosciuti" a seguirlo quando faceva jogging, hanno denunciato gli amici come ha riportato su Telegram l’organizzazione Vyasna. La notizia arriva dopo che lunedì 2 agosto la Polonia ha concesso un visto per motivi umanitari all’atleta olimpica bielorussa Krystsina Tsimanouskaya, che si è opposta a un denunciato tentativo di rimpatrio forzato da Tokyo. Il marito dell’atleta ha raccontato di essere fuggito dalla Bielorussia a Kiev e di sperare di ricongiungersi presto con la moglie in Polonia.