Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Asteroide gigante verso il sole, scienzati preoccupati: quanto è distante ora dalla Terra

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Preoccupazione tra gli scienziati di tutto il mondo per un asteroide gigante in rotta a tutta velocità verso il sole. L'asteroide in questione, il nome del quale è 2014 UN271 è largo addirittura 200 chilometri e proprio per le dimensioni ha messo in allarme la comunità scientifica. Analizzando l'asteroide nel dettaglio, si tratta infatti di un corpo celeste transnettuniano di 600mila anni la cui composizione è ancora incerta. Probabilmente - sostengono gli esperti - potrebbe essere fatto di roccia, ghiaccio, metano, azoto e anidride carbonica. Altrettanto incerte le conseguenze, anche se si stima possano essere pericolose.

 

 

Al momento l'asteroide si trova a 3 miliardi di chilometri dalla Terra. Intanto pochi giorni fa si era verificato un avvistamento decisamente sorprendente nel Nord Europa. Un meteorite insolitamente grande ha illuminato il cielo sulla Norvegia meridionale sabato notte, provocando un’ondata di avvistamenti segnalati fino alla Svezia, secondo i media locali. 

 

 

Diverse persone hanno contattato la polizia per dire di aver visto una luce estremamente intensa e di aver sentito forti rumori, secondo quanto riportato domenica 25 luglio dall’emittente norvegese Nrk e dal quotidiano Vg. Alcune persone hanno affermato che la pressione esercitata dal passaggio del corpo celeste ha provocato l’apertura di finestre o porte, come un terremoto. Un giornalista di Vg ha descritto lo spettacolo come una palla di fuoco che ha illuminato il cielo. Secondo le testimonianze, il bagliore del meteoroide era visibile in gran parte della Norvegia meridionale e persino in Svezia poco dopo l’una del mattino. Gli esperti ipotizzano che parti del meteorite possano essere cadute a ovest di Oslo: Vegard Lundby, del Norwegian Meteorite Network ha riferito di ricerche in corso per trovare i frammenti, che potrebbero pesare diversi chilogrammi e rivelarsi preziosi per la ricerca. Ora un'altra minaccia dallo spazio: gli scienziati stanno monitorando la situazione affinché i pericoli e le eventuali conseguenze siano neutralizzate in anticipo.