Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nordcorea, "Kim ha perso 20 chili, il sospetto". Nuovo mistero sul dittatore

  • a
  • a
  • a

Un mistero, un nuovo giallo sul dittatore nordcoreano,  Kim Jong Un. Il leader è apparso dimagrito, ha perso molti chili e le voci sul suo stato di salute si stanno rincorrendo. Secondo quanto si apprende, Kim non soffrirebbe comunque di problemi di salute importanti, malgrado la sua evidente perdita di peso. Ad assicurarlo sono i servizi di intelligence di Seul, che monitorano le condizioni del leader nordcoreano da quando è riapparso in pubblico a giugno visibilmente dimagrito.

 

 

 

Il servizio di intelligence sudcoreano, Nis, ha informato i parlamentari del fatto che "se vi fosse una qualche anomalia dal punto di vista della sua salute ci sarebbero segnali circa consegne di medicinali alla clinica incaricata di monitorare la sua salute, ma non sono stati rilevati", ha spiegato il parlamentare Kim Byung Kee. Inoltre,  Kim tuttora partecipa e dirige riunioni "che durano ore" né si notano irregolarità nel suo modo di camminare. Secondo l’intelligence sudcoreana  Kim avrebbe perso fino a venti chilogrammi. Un dimagrimento considerevole che è stato notato da tutti.

 

 

 

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha infatti condotto la sua visita annuale al mausoleo del nonno, Kim Il-sung, fondatore della patria, nel giorno in cui si commemora la sua morte avvenuta l’8 luglio 1994. Le spoglie del primo leader supremo della Corea del Nord sono custodite, insieme a quelle del figlio e padre di Kim, Kim Jong-il, al Kumsusan, il Palazzo del Sole a Pyongyang. Lo ha riportato ieri l’emittente Kcna. L’apparizione in pubblico di Kim, che ultimamente non aveva partecipato a tre appuntamenti legati alla tradizione nordcoreana, è arrivata in un momento in cui si rincorrono queste voci sul suo stato di salute, visto anche il repentino dimagrimento, e le preoccupazioni dovute alla diffusione di nuove varianti di Covid-19.