Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spagna, "ragazzina trovata morta in mare". Bimbe rapite dal padre per vendetta contro la ex: tragica svolta

  • a
  • a
  • a

Una tragica svolta arriva dalla Spagna sul caso delle bambine rapite dal padre per vendetta contro la ex. Una vicenda che sta tenendo col fiato sospeso il Paese. E' stato trovato un corpo in mare. Le bambine erano state rapite dal papà, che era fuggito a bordo della sua barca, per una vendetta contro la loro mamma, dopo la fine della relazione. Anna e Olivia, due bambine di due e sei anni, si sperava potessero essere al sicuro con il padre da qualche parte invece purtroppo no.

 

 

 

l corpo di una delle due bambine, la più grande, è stato infatti stato ritrovato in mare. La notizia è stata riferita da 20minutos.es, Olivia, sei anni, è stata ritrovata in un sacco di plastica, legato all'àncora dell'imbarcazione del padre, Tomás Gimeno. La ricvostruzione del caso è la seguente: l'uomo, 37 anni, lo scorso 27 aprile aveva passato la giornata con le figlie e le avrebbe dovute riportare alla madre la sera; per vendicarsi, però, aveva deciso di rapirle e fuggire con loro. Il giorno dopo l'imbarcazione è stata ritrovata alla deriva, con tracce di sangue (appartenevano a lui) La madre di Anna e Olivia ha denunciato che, prima di scomparire, l'uomo le aveva detto al telefono che non le avrebbe riviste "mai più". 

 

 

Un caso choc che ha destato molta impressione. "Non riesco a immaginare il dolore della madre delle piccole Anna e Olivia, scomparse a Tenerife, per la terribile notizia che abbiamo appena appreso. Un abbraccio, il mio affetto e quello della mia famiglia, oggi vanno a Beatriz e ai suoi cari", ha scritto su Twitter il premier spagnolo Pedro Sánchez.

La fonte riferisce che mancherebbero ancora le conferme sull'identità del cadavere rinvenuto in mare, ma l'àncora al quale era stato legato risulterebbe essere proprio quello della barca di Tomás Gimeno, adesso si procederà all'identificazione del corpo.