Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto Cina, 3 morti e decine di feriti. Forte scossa anche nelle Isole Fiji

  • a
  • a
  • a

La terra trema in Cina. Colpite sia la zona sud occidentale, quella vicino al confine con il Myanmar, che quella nord occidentale. Due le scosse di terremoto più forti: una di magnitudo 6.1, registrata nella notte e avvertita in tutte e dodici le contee dello Yangbi, un'altra di 7.4 che ha colpito la provincia nordoccidentale di Qinghai. In totale nelle due aree sono seguite altre 166 scosse di assestamento. Il bilancio dei terremoti che in queste ultime ore hanno colpito la Cina racconta di 3 morti e, per ora, almeno 27 feriti.

 

 

I due eventi sismici più importanti non sarebbero collegati. In queste ore sono in corso i soccorsi, con le autorità provinciali che inviano razioni di emergenza e tende nelle zone colpite. Nel Qinghai, le autorità hanno istituito rifugi temporanei di sicurezza a causa delle continue scosse di assestamento. Registrati tantissimi danni - in particolare alle strade - tra cui il crollo di due ponti. Si parla di conseguenze per oltre 72mila abitanti e circa 21mila case. Forti scosse sono state avvertite anche a Dali, così come nel capoluogo Kunming, e nella vicina provincia del Sichuan, come ha riportato l’agenzia ufficiale Xinhua.

 

 

Nella notte è stata inoltre registrata una scossa di terremoto di magnitudo 6.7 nelle Isole Fiji a una profondità di dieci chilometri nella zona di Vanua Mbalavu. Ancora da verificare se ci sono vittime e danni in una zona del mondo costantemente provata da movimenti tellurici con cui gli abitanti devono convivere.