Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lady Diana, "eravamo in tre in quel matrimonio". Storica intervista ottenuta con l'inganno, scuse Bbc

  • a
  • a
  • a

L’intervista è datata 1995 e ha fatto la storia. Una intervista alla Bbc nella quale  la principessa Diana, moglie dell'erede al trono principe Carlo, disse "Eravamo in tre in quel matrimonio, quindi era un pò affollato". Una intervista, si scopre oggi, che è stata ottenuta con tattiche "ingannevoli" dal giornalista Martin Bashir. È quanto emerso dall’inchiesta voluta dalla Bbc stessa, secondo cui l’emittente pubblica britannica "non ha rispettato gli elevati standard di integrità e trasparenza che sono il suo segno distintivo". "Anche se la Bbc non può tornare indietro nel tempo dopo un quarto di secolo - afferma il direttore generale Tim Davie -, possiamo scusarci in modo completo e incondizionato. La Bbc lo fa oggi".

 

 

La Bbc coprì le pratiche scorrette messe in atto dal suo giornalista Martin Bashir per assicurarsi la celebre intervista del 1995 con Lady Diana. Lo si afferma nel Rapporto realizzato da Lord Dyson, al termine dell’inchiesta commissionata dalla stessa Bbc su quanto avvenne oltre 25 anni fa.

"Sebbene il rapporto stabilisca che Diana, principessa del Galles, fosse disponibile all’idea di un’intervista con la Bbc, è chiaro che il processo con il quale ci si assicurò l’intervista non rispettò ciò che il pubblico ha il diritto di aspettarsi", ha dichiarato il direttore generale della Bbc, Tim Davie.

 L’intervista di Lady Diana al programma ’Panorama' della Bbc fu all’epoca uno scoop clamoroso. Nell’intervista, la principessa del Galles pronunciò il definitivo atto d’accusa contro il marito Carlo, l’allora amante Camilla Parker-Bowles e la monarchia tutta: "Eravamo in tre in quel matrimonio, dunque era un pò affollato". Fu la prima volta che un membro attivo della famiglia reale britannica parlò così apertamente della propria vita, dei propri problemi matrimoniali, delle proprie relazioni extraconiugali e dei problemi di bulimia.

 

 

Ma da allora, Charles Spencer, fratello di Diana, sostenne che il giornalista Martin Bashir, che grazie all’intervista divenne una star, mentì e falsificò dei documenti per conquistarsi la sua fiducia e quella della sorella. Lo scorso anno, dopo che Charles Spencer rilanciò pubblicamente le sue accuse, la Bbc ordinò un’inchiesta indipendente, affidata a Lord Dyson, giudice in pensione ed ex custode della Cancelleria d’Inghilterra. Bashir,  58 anni, è uno dei più noti giornalisti britannici. Oltre a lavorare con la Bbc, nella quale fece ritorno nel 2016, ha lavorato anche per Itv e vari network televisivi Usa. La scorsa settimana, poco prima dell’annuncio della conclusione dell’inchiesta, Bashir ha annunciato le dimissioni dalla Bbc per problemi di salute.