Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

India, morta per Covid. Ma la donna si risveglia nella bara poco prima di essere cremata

  • a
  • a
  • a

La credevano morta ed era tutto pronto per la cremazione. Ma poco prima che il forno si accendesse si è svegliata nella bara in preda a una crisi di panico. Il fatto è accaduto in India ed è riportato da Dagospia (clicca qui) che ha tradotto un articolo del DailyMail. La donna, 76 anni, era stata respinta da molti ospedale. Era malata di Covid e alla fine ha perso conoscenza durante uno dei trasferimenti in ambulanza. Tutti la credevano morta tanto che il suo corpo era stato messo in una bara e ci si preparava alla cremazione. Ma pochi istanti prima l'anziana donna ha dato segni di vita rianimandosi. Una volta che si è resa conti di quello che stava per accadere, e il pericolo scampato di essere bruciata ancora viva, ha iniziato a piangere e gridare. A quel punto è stata portata in ospedale e assistita.

 


L'anno scorso il ministero della Salute indiano ha pubblicato le linee guida per la cremazione delle persone morte di Covid, con misure speciali ordinate per evitare qualsiasi potenziale reinfezione.  Nel Paese, a causa del dilagare della Variante Indiana, la situazione è sempre più critica. 

 

 

Oggi, mercoledì 19 maggio, nuovo record di decessi. Secondo i dati del ministero della Salute, ha visto 4.529 morti nelle ultime 24 ore, portando il bilancio complessivo a 283.248. Le infezioni sono in leggero calo, per il terzo giorno sotto quota 300mila, con 267.334 nuovi casi anche se entrambi i dati sono quasi certamente sotto stimati. Frena inoltre la campagna vaccinale nel Paese: il numero di dosi giornaliere somministrate è diminuito di circa la metà nelle ultime sei settimane, da un massimo di 4 milioni al giorno del 2 aprile a circa 2 milioni al giorno o meno questa settimana. L'India ha il secondo maggior numero di casi dopo gli Stati Uniti con oltre 25 milioni di contagi confermati.