Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Regina Elisabetta, compleanno che la spinge a lasciare: Carlo e William, il summit con i nuovi ruoli

  • a
  • a
  • a

Non è solo un compleanno triste per la Regina Elisabetta che oggi, 21 aprile, compie 95. Il primo compleanno senza il marito Filippo e anche quello dove la Royal Family si interroga, anzi progetta il futuro con Elisabetta II che si farà sempre di più da parte. Nuovi ruoli nella Corona col discendente al trono principe Carlo e il figlio William che in un summit stanno impegnandosi per i nuovi scenari di casa Windsor. Andiamo per ordine. Intanto c'è la questione Harry.

 

 

Secondo fonti di stampa britanniche, i due fratelli avrebbero avuto un colloquio di due ore al castello di Windsor, il primo dopo l'intervista bomba a Oprah Winfrey concessa il mese scorso dai Sussex, nella quale Harry ha accusato un membro della Casa reale di razzismo e annunciato l'arrivo del secondogenito (una bimba). All'incontro, secondo le stesse fonti, c'era anche il principe Carlo. La frattura fra Cambridge e Sussex, anche grazie al ruolo di Kate moglie di William potrebbe ricomporsi ma per il momento la Royal family deve pensare a una sostituzione di Harry e Meghan da inserire in uno scenario più ampio che parte proprio dalla Regina Elisabetta.

 

 

E' così il quotidiano Telegraph, a riferire che in famiglia è anche tempo di pensare al futuro. Carlo e William, certi un giorno di sedere sul trono, terranno un summit per decidere il futuro della monarchia per le prossime due generazioni. Insieme stabiliranno quanti e quali membri dei Windsor "lavoreranno a pieno titolo come membri della Royal family" e con quali compiti, probabilmente orientandosi verso la versione "snella" della Casa reale, che dimezzi i 15 membri attuali, di solito impegnati in circa tremila eventi l' anno. Il posto dei duchi di Sussex, Harry e Meghan, potrebbe essere preso dal figlio di Elisabetta II, Edoardo e dalla moglie Sophie.
Trapela che Elisabetta II affiderà sempre più compiti al figlio e futuro Re Carlo e alla moglie Camilla ma non abdicherà, nemmeno in vista dei 70 anni sul trono che si festeggeranno l' anno prossimo. La soluzione è quella di una reggenza di Carlo, almeno di fatto. Una "soft regency", come l' ha definita il biografo reale Robert Jobson, quindi formalmente tutto resterà così ma concretamente l'età, i lutti, l'ultimo anno col Coronavirus che ha travolto il Paese (uscito a testa molto alta) e che è stato impegnativo, spingeranno Sua Maestà a rallentare.