Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Usa, Floyd: ex agente Chauvin condannato per omicidio

  • a
  • a
  • a

L ’ex agente di polizia Derek Chauvin è stato condannato per omicidio nel processo per la morte di George  Floyd a Minneapolis. Chauvin è stato ritenuto colpevole dalla giuria per tutti e tre i capi di accusa.

 

 

 

"La giustizia guadagnata dolorosamente è arrivata per la famiglia di George Floyd e la comunità qui a Minneapolis, ma il verdetto di oggi va ben oltre questa città e ha implicazioni significative per il Paese e persino per il mondo",  ha detto Ben Crump, uno dei legali della famiglia Floyd. "Questo caso è un punto di svolta nella storia americana per la responsabilità delle forze dell’ordine e invia un messaggio chiaro che speriamo venga ascoltato chiaramente in ogni città e in ogni stato", ha aggiunto.

"Spero che il verdetto sia un verdetto giusto, le prove sono secondo me schiaccianti", aveva detto Joe Biden rispondendo alle domande dei giornalisti sul processo per l’omicidio Floyd, confermando di aver chiamato la famiglia. "Ho aspettato che la giuria fosse ritirata in camera di consiglio ed ho chiamato", ha detto il presidente. "Sono brave persone, ho avuto modo di conoscere la famiglia di George, ed i suoi fratelli", ha aggiunto. 

 

 

"Ci ha appena chiamato, sa cosa significa perdere un familiare e sa che cosa stiamo affrontando", aveva affermato il fratello di George Floyd, intervistato alla Nbc. Joe Biden ha telefonato alla sua famiglia mentre si stava aspettando che la giuria di Minneapolis decidesse sull’ex agente Derek Chauvin. "Ci ha voluto far sapere che prega per noi e che spera che tutto andrà bene", ha aggiunto Philonise Floyd riferendo della telefonata del presidente.

La Casa Bianca ha poi confermato su Twitter che il presidente ha parlato con "la famiglia  Floyd ieri per vedere come stavano e per dirgli che sono nelle sue preghiere", ha scritto la portavoce Jen Psaki. Biden in precedenza aveva parlato ed ha incontrato la famiglia  Floyd, la cui morte lo scorso maggio ha provocato l’enorme ondata di proteste in tutta l’America, segnato anche da violente proteste e scontri. 

 

Notizia in aggiornamento