Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DiMartedì, Alemao: "In Brasile situazione drammatica. Più morti di quello che dice la tv. Intubati senza anestesia"

  • a
  • a
  • a

La situazione in Brasile a causa del Covid 19 è letteralmente drammatica. Lo ha confermato Alemao, ex calciatore della nazionale giallo-oro, che in Italia ha indossato la maglia del Napoli e dell'AtalantaRicardo Rogério de Brito, questo il suo nome completo, è stato raggiunto via videocollegamento da DiMartedì, il talk di La7 condotto da Giovanni Floris. Tragiche le parole di Alemao che hanno lasciato gli altri ospiti interdetti: "Stiamo vivendo un momento molto difficile. Stiamo vedendo persone che escono morte dall'ospedale, nei camion frigorifero - ha dichiarato Alemao - Le persone vengono intubate senza anestesia. Soltanto chi ha soldi può andare a ricoverarsi nei buoni ospedali, ma la maggioranza dei brasiliani sono poveri e stanno vivendo momenti brutti. La gente non ha più nemmeno sentimenti, purtroppo si abitua ai morti che sono molti di più di quelli che vengono annunciati dalla televisione, forse il doppio oppure il triplo".

Nel corso del suo intervento Alemao ha duramente criticato il presidente del BrasileJair Bolsonaro, che sul Covid ha sempre tenuto una posizione assolutamente negazionista, nonostante i numeri drammatici nel suo Paese: "Bolsonaro non se ne importa tanto - ha detto Alemao - Lui pensa soltanto all'economia ma ormai in Brasile la gente non lo ascolta più. Le persone non hanno il tempo, perché stanno piangendo l'alta quantità di morti ogni giorno a causa del Covid". Clicca qui per ascoltare l'intervento di Alemao

Stando ai dati diffusi dalla Johns Hopkins University, in questa fase il Brasile è il terzo Paese al mondo per numero di casi: quasi 14 milioni quelli ufficiali, dopo Usa (oltre 31.5 milioni) e India (15.3 milioni). I morti complessivi sono 375 mila e soltanto negli Stati Uniti sono stati di più, cioè quasi 570mila. Ma va sottolineato che secondo molti esperti, i dati ufficiali del Brasile sono inferiori a quelli reali.