Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Meghan Markle, "pronta a perdonare la famiglia reale", bomba dopo la morte del principe Filippo

  • a
  • a
  • a

Una vera e propria bomba, sganciata dai tabloid inglesi. E' il Mirror a riportare che Meghan Markle sarebbe pronta a "perdonare la famiglia reale" a poco più di un anno dal divorzio suo e del principe Harry dalla Royal family e qualche settimana dopo l'intervista televisiva con le pesanti accuse rivolte alla stessa famiglia reale che hanno fatto il giro del mondo.

 

 

Il cambio di rotta, piuttosto repentino, della duchessa del Sussex, si deve proprio alla morte del principe Filippo (marito della regina Elisabetta) o cui funerali si terranno in forma privata sabato 17 aprile e ai quali prenderà parte il principe Harry. Lei, Meghan, è rimasta negli Stati Uniti, una scelta forzata dovuta a motivi di natura "medica" (è incinta e le è stato sconsigliato di prendere l'aereo), secondo quanto riferisce la fonte. Meghan è rimasta a casa insieme al piccolo Archie, mentre Harry prenderà parte ai funerali del nonno. Meghan non è tornata in Inghilterra anche perché non vuole diventare il "centro dell'attenzione", riferisce il tabloid,

 

 

 

Ma secondo un amico, è pronta a "mettere da parte le differenze" dopo le polemiche innescate dall'intervista fatta insieme a Harry con Oprah Winfrey.

Un amico dell'ex attrice moglie del principe Harry, secondogenito del principe Carlo e lady Diana, ha detto al Mail : "Meghan ha detto che la sua principale preoccupazione in questo momento è sostenere Harry. Ha detto che ha lasciato a lui decidere se partecipare o meno al funerale. Meghan ha affermato che è durante questi tempi in cui la famiglia dovrebbe riunirsi, mettere da parte le differenze e unirsi come una cosa sola". La fonte ha aggiunto che lei  è "disposta a perdonare e ad andare avanti".

La parole di Meghan arrivano dopo che il principe Harry ha rilasciato una dichiarazione in omaggio a suo nonno, dicendo che era un "uomo di servizio, onore e grande umorismo", mentre lo chiamava il "maestro del barbecue" e la "leggenda delle battute".