Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino Astrazeneca, anche l'Olanda sospende le somministrazioni

  • a
  • a
  • a

Vaccino Astrazeneca anche l'Olanda sospende le somministrazioni  in attesa di accertamenti sulle possibili conseguenze legate all'inoculazione del siero. Il provvedimento, preso in via precauzionale, sarà valido fino al 28 marzo incluso, ed è stato adottato - si legge in un comunicato del ministero della Salute - in seguito alla segnalazione di "possibili effetti collaterali" segnalati in Danimarca e Norvegia. "Sulla base di nuove informazioni, l'Autorità olandese per i farmaci ha consigliato, come misura precauzionale e in attesa di ulteriori indagini, di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca", ha annunciato il ministero. 

 

Intanto l'azienda che produce il vaccino fornisce i dati delle dosi somministrate in Europa e degli "eventi avversi" riscontrati. Su più di 17 milioni di persone vaccinate con il siero di Astrazeneca, “finora in tutta l’Ue e nel Regno Unito ci sono stati – si legge – 15 eventi di Tvp (Trombosi venosa profonda) e 22 eventi di embolia polmonare segnalati tra coloro a cui è stato somministrato il vaccino, in base al numero di casi che la società ha ricevuto all’8 marzo. Questo dato è molto più basso di quanto ci si aspetterebbe che si verifichi naturalmente in una popolazione generale di queste dimensioni ed è simile per altri vaccini Covid-19 autorizzati”, si legge in una nota di Astrazeneca che difende così il suo vaccino anti-covid  assicurando che “il rapporto mensile sulla sicurezza sarà reso pubblico sul sito web dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) nella settimana seguente, in linea con le misure di trasparenza eccezionali per Covid-19”.

 

Poi l'azienda tranquillizza sulla sicurezza: "Durante la produzione del vaccino vengono condotti più di 60 test di qualità da AstraZeneca, dai suoi partner e da più di 20 laboratori di test indipendenti. Tutti i test – si trova scritto – devono soddisfare criteri rigorosi per il controllo di qualità e questi dati vengono inviati alle autorità di regolamentazione all’interno di ciascun paese o regione per una revisione indipendente prima che qualsiasi lotto possa essere rilasciato nei Paesi”.