Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Ilaria Capua si vaccina e festeggia: "Oggi è una buona giornata"

  • a
  • a
  • a

Diversi tweet, parecchie foto, poche parole. Così la professoressa Ilaria Capua, direttrice dell'Uf One Health Center dell’Università della Florida, ospite di numerose trasmissioni televisive italiane, e considerata una delle scienziate punto di riferimento nell'analisi del Covid 19, si è sottoposta alla vaccinazione contro il virus. Ha voluto documentare la somministrazione del farmaco sottolineando che "oggi è una buona giornata".

La dottoressa ha poi scattato e pubblicato foto poco prima dell'inoculazione del farmaco, durante e anche subito dopo. Un vero e proprio reportage con cui ha raccontato passo dopo passo la sua vaccinazione, collezionando like su like, commenti positivi e retweet. Dall'attesa alla registrazione, dalla vaccinazione alla successiva mezz'ora di monitoraggio per verificare gli eventuali effetti immediati del farmaco, che ovviamente non ci sono stati. Sono mesi che nelle sue apparizioni televisive la scienziata sottolinea l'importanza del vaccino, considerato l'arma principale per difendersi dal Covid 19. E ovviamente appena ha potuto si è concessa alla somministrazione che molto probabilmente racconterà in occasione della sua prima ospitata televisiva, probabilmente a DiMartedì a cui è quasi sempre presente.

Intanto negli Stati Uniti la campagna vaccinale continua a ritmo molto elevato. Stando ai dati ufficiali sono state somministrate oltre 105 milioni di dosi. Considerato che gli abitanti degli Stati Uniti sono più di 323 milioni, è stato vaccinato più del 31% della popolazione. Gli Usa sono il Paese che ha inoculato il numero più alto di vaccini, tra l'altro non usando Astrazeneca. Sino ad ora ha utilizzato soltanto Moderna e Pfizer-Biontech a cui negli ultimi giorni si è aggiunto anche il vaccino studiato e realizzato da Johnson&Johnson, che tra l'altro viene somministrato in monodose senza la necessità di richiamo. Il secondo Paese nella teorica classifica, è la Cina dove ne sono stati inoculati 52 milioni, ma considerati gli abitanti, è stato vaccinato soltanto il 3.65% della popolazione. L'Italia attualmente (14 marzo ore 19) è all'undicesimo posto mondiale per numero assoluto di farmaci iniettati: 6 milioni 610 mila.