Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Usa, Romney vede ancora Donald Trump con i Repubblicani nel 2024: "Ivanka dovrà ancora aspettare"

  • a
  • a
  • a

Mitt Romney, l’ex candidato alla Casa che è uno dei senatori repubblicani che hanno votato per condannare Donald Trump all’impeachment, si è detto "abbastanza sicuro" che l’ex presidente vincerà la nomination del partito se si candiderà nelle primarie del 2024. "La sua è di gran lunga la voce principale e di maggiore impatto nel mio partito", ha aggiunto il repubblicano, che fu l’unico a votare in favore anche del primo impeachment di Trump, in un dibattito al DealBook Dc Policy Project.

 

 

"Non so se intendano candidarsi membri della sua famiglia - ha poi aggiunto riguardo alle voci su progetti da parte della figlia Ivanka e altri membri del clan Trump - ma io mi aspetto che sarà lui a continuare a giocare un ruolo centrale". Pur riconoscendo che "da qui al 2024 potranno succedere" molte cose, il senatore sottolinea come i "sondaggi mostrano che tra i nomi che circolano come possibili candidati, il presidente Trump vince a valanga". Se si candiderà, conclude, "sono abbastanza certo che vincerà la nomination". D’altra parte, Romney ha confermato la sua opposizione all’ex presidente: "Io di nuovo non voterei per lui, non ho votato per lui in passato e probabilmente sosterrò qualcuno che penso rappresenti di più la piccola ala del partito che io rappresento", ha detto riconoscendo comunque di avere una posizione minoritaria tra i conservatori e nel Paese in generale.

 

 

"C’è un movimento populista sia a destra che a sinistra e non credo che sarà superato in breve tempo", ha concluso. Intanto dal canto suo Donald Trump ha voluto esprimere gli auguri di pronta guarigione a Tiger Woods dopo l'incidente stradale in cui è rimasto coinvolto il campione: "Riprenditi presto, sei un vero campione", ha commentato l'ex presidente grande appassionato di golf. Tiger Woods ha riportato ferite multiple alle gambe.