Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, nel mondo cresce la fiducia. Ora ci credono 54 persone su 100

  • a
  • a
  • a

Secondo un sondaggio degli esperti dell'Institute Global Health Innovation dell’Imperial College di Londra, nel mondo sta aumentando la fiducia nei confronti dei vaccini anti Covid 19. L'istituto insieme a YouGov, ha valutato le sensazioni dei cittadini di quindici diversi Paesi. Secondo quanto riporta Sky Tg24, complessivamente la fiducia è passata dal 41% del mese di novembre al 54% di gennaio, un aumento di 13 punti. La popolazione più ottimista è quella del Regno Unito, mentre i giapponesi sono ancora molto diffidenti nei confronti dei farmaci.

Nella popolazione inglese il consenso ha compiuto un balzo dal 41 al 70%. Al secondo posto c'è la Danimarca, dove la percentuale di fiducia è salita dal 40 al 59%. E poi i Paesi Bassi, passati addirittura dal 28 al 50%. Nella classifica l'Italia è al sesto posto. Il 44% dei cittadini è fiducioso e favorevole alla vaccinazione, a novembre la percentuale era appena del 31. Ma il sondaggio ha fatto emergere che ci sono anche Paesi in cui è stata cambiata idea in peggio sul tema. In particolare Australia, Corea del Sud, Singapore e Giappone dove stando alla ricerca soltanto il 16% della popolazione è disposta ad essere vaccinata ed è contenta della somministrazione del siero contro il Covid 19.

C'è un altro dato non indifferente nella ricerca. A livello mondiale è diminuita di qualche punto anche la percentuale della preoccupazione rispetto ai possibili effetti collaterali degli stessi vaccini. A novembre era del 54% ed ora è scesa dal 47%. Cresce insomma la fiducia nella ricerca farmaceutica che negli ultimi mesi ha compiuto un lavoro mai visto nella storia dell'uomo. In meno di un anno a livello europeo sono già tre i vaccini autorizzati per combattere il Covid 19. Vanno inoltre tenuti in considerazione i farmaci sviluppati in altri Paesi e ancora non autorizzati a livello globale.