Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, 222 giorni in ospedale e per tre volte considerato vicino alla morte, poi la guarigione. Il miracolo di Natale arriva da Londra

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Pandemia Covid, la commovente storia di Natale arriva dal Regno Unito e la racconta il Daily Mirror. Lui si chiama Ali Sakallioglu, ha 57 anni e trascorrerà le feste a casa dopo aver trascorso in ospedale addirittura 222 giorni a causa del virus. Un ricovero interminabile in cui per tre volte i sanitari l'hanno considerato spacciato, al punto di dire ai figli che non c'era più niente da fare. Ma la famiglia si è sempre rifiutata di lasciarlo morire, chiedendo ai medici di non interrompere i supporti vitali. Alla fine Ali incredibilmente ce l'ha fatta. Lentamente si è ripreso e da qualche giorno ha addirittura lasciato l'ospedale. Ora è a casa: "Non mi erano state date possibilità di sopravvivenza, quindi è un miracolo poter festeggiare il Natale - racconta l'uomo - Per tre volte i medici avevano comunicato a mia figlia che non c'erano più speranze. Ora non vedo l'ora che arrivi il Natale".

Uno dei cinque figli, Jay, ha spiegato che "ci era rimasta solo la speranza, ma sapevamo che non si sarebbe arreso. Poter trascorrere le feste con lui è incredibile, è il miglior regalo che avremmo mai potuto chiedere". Ali trascorrerà il Natale proprio con il figlio Jay e con la sua compagna Sheena O'Shay, nella sua casa di Catford, nel sud di Londra. E ha un pensiero fisso: potersi vaccinare prima possibile per tornare al suo lavoro di tassista senza il timore di ammalarsi una seconda volta: "Incoraggio tutti a vaccinarsi".