Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maradona, l'inchiesta: "Grave incuria dei medici". Dalma contro Luque

Ora cruciali per capire che piega prenderà l'indagine sulla morte del campione argentino

  • a
  • a
  • a

"Il paziente non era monitorato, non era sottoposto a continuo controllo medico come le sue condizioni avrebbero richiesto" sono alcune delle indiscrezioni relative all'inchiesta sulla morte di Diego Armando Maradona. Lo rivela il quotidiano argentino La Nacion.  Le indagini starebbero portando gli inquirenti ad avallare l'ipotesi dell'omicidio colposo: "Grave incuria da parte dei medici, nessuno si occupava del paziente" è un altro passaggio cruciale. Le posizioni del medico Leopoldo Luque e della psichiatra Agustina Cosachov si complicano.

 

Gran parte delle responsabilità sembrano puntare su Luque, che ha firmato la lettera di dimissioni nonostante Swiss Medical suggerisse di andare avanti con un trattamento psichiatrico, clinico e riabilitativo in una struttura ad hoc. Luque poi è sempre più nel mirino di Dalma, una delle figlie di Maradona. "Ti abbiamo portato a processo e sembra che finalmente dovrai mostrare la tua faccia. Spero che sia fatta giustizia e giuro che non mi fermerò finché non accadrà. Ma in ogni caso la tua condanna è sociale..." ha scritto la giovane, prima figlia femmina di Diego.