Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Presidenziali Usa, il legale di Donald Trump: "Elezioni? Bisognerebbe sparare al responsabile della sicurezza"

  • a
  • a
  • a

Uno dei legali di Donald Trump, Joe DiGenova, ha detto che bisognerebbe prendere e sparare a Christopher Krebs, l’ex capo dell’ufficio della cybersecurity che è stato licenziato da Donald Trump dopo aver rivendicato la correttezza delle elezioni che il presidente invece ritiene essere state truccate.

 

 

"Chiunque pensa che queste elezioni siano andate bene, come quell’idiota di Krebs che era il capo della cybersecurity, uno stupido di prima serie, dovrebbe essere preso all’alba e sparato", ha detto, durante un’intervista a NewsMax Tv, l’emittente di estrema destra diventata la nuova rete di riferimento di Trump, l’avvocato che ha difeso The Donald durante l’impeachment ed ora fa parte del team che ha perso 39 dei 40 ricorsi presentati contro i risultati elettorali. Le parole dell’avvocato di Trump hanno sollevato un’ondata di indignazione e Krebs, intervistato da Nbc, ha detto che sta pensando di sporgere denuncia con quello che definisce "un linguaggio pericoloso".