Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni Usa, Trump: "Noi derubati, andremo nei tribunali". E le tv lo tagliano. Biden: "Vincerò, ma ora calma"

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Durissima conferenza stampa di Donald Trump quando in Italia è quasi l'una di notte. Il presidente uscente degli Stati Uniti punta il dito contro quelli che ritiene veri e propri brogli elettorali. Attacca a testa bassa, usando un linguaggio mai utilizzato da un presidente degli Stati Uniti. Accusa i democratici di aver truccato il voto, di aver impedito agli uomini del suo partito di controllare lo spoglio: "Lo avevo detto che con le schede postali sarebbe accaduto tutto ciò", sottolinea e annuncia una lunga serie di ricorsi legali, Corte Suprema compresa. Il presidente uscente legge un lungo elenco degli Stati dove lui era in netto vantaggio, poi "incredibilmente sono arrivate valanghe di voti a favore di Biden. Porteremo quegli Stati davanti al giudice. Non è accettabile che ciò accada negli Usa. Siamo stati derubati. Contando i voti validi ho vinto nettamente e non permetteremo che accada una cosa del genere. In alcuni uffici elettorali sono state coperte le finestre per non farci nemmeno vedere cosa stesse accadendo. Vogliono rubarci la vittoria, sono successe troppe cose poco chiare, andremo fino in fondo". Il concetto del broglio, del furto, dello spoglio truccato viene ribadito più e più volte dal presidente, che alla fine delle sue dichiarazioni se ne va, senza rispondere alle domande dei giornalisti. Diverse emittenti televisive Usa avevano interrotto la trasmissione quando si erano rese conto dei contenuti accusatori della conferenza.

 

"Non ci saranno Stati rossi o Stati blu quando vinceremo. Ci saranno solo gli Stati Uniti d'America". Queste le parole di Joe Biden qualche ora prima. Parla già da presidente, anche se la lunga maratona elettorale fatta di spasmodica attesa e notti insonni non si è ancora conclusa. "Non ho dubbi che quando il conteggio dei voti sarà terminato io e Kamala Harris saremo dichiarati vincitori. Chiedo a tutti di mantenere la calma, il conteggio è in corso, e sapremo presto". Harris aggiunge che "Joe Biden ha ragione: dobbiamo avere fiducia. Vinceremo".