Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Donald Trump all'Onu si scaglia contro la Cina: "E' responsabile, ha diffuso il virus"

Donald Trump (Lapresse)

  • a
  • a
  • a

 Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha aperto il discorso virtuale all’Assemblea generale Onu parlando della pandemia del Covid-19, scagliandosi contro la Cina: «Dobbiamo ritenere responsabile la nazione che ha scatenato questa piaga nel mondo», causata da quell’«invisibile nemico» che è il «virus cinese». 
Trump ha attaccato anche Pechino accusandola tra l’altro di inquinare gli oceani con grandi quantità di plastica e di essere responsabile di grave inquinamento atmosferico.

«Negli Usa abbiamo lanciato la mobilitazione più aggressiva dalla Seconda guerra mondiale», ha aggiunto Trump, accusando Pechino di aver, «nei primi giorni del virus, chiuso i viaggi al suo interno consentendo intanto ai voi di uscire dalla Cina e infettare il mondo». 
Trump si è anche di nuovo scagliato contro l’Oms: «Il governo cinese, e l’Oms virtualmente controllata dalla Cina, ha falsamente dichiarato che non c’erano prove di trasmissione tra esseri umani, e poi che gli asintomatici non trasmettevano la malattia. L’Onu deve ritenere la Cina responsabile delle sue azioni». Sulla questione ambientale, ha ancora puntato il dito: «Chi attacca l’eccezionale situazione ambientale degli Usa ignorando il crescente inquinamento cinese non è interessato all’ambiente, vuole solo punire l’America. E non lo lascerò fare».